Hamilton si prende la colpa delle posizioni perse

Hamilton si prende la colpa delle posizioni perse

"Al pit stop il team mi aveva detto di stare a 6" da Nico, ma sono stato più distante" ha spiegato

Dopo aver preso il via in prima fila, Lewis Hamilton chiaramente non può essere troppo soddisfatto del quarto posto portato a casa nel Gp di Monaco. Anche se la sua gara è stata sicuramente danneggiata dall'ingresso della safety car, il pilota della Mercedes non vuole alibi e pensa semplicemente di non essere stato abbastanza veloce. "Non voglio parlare di sfortuna, semplicemente non sono stato abbastanza veloce in questo fine settimana. Voglio congratularmi con Nico e con la squadra: hanno fatto un grande lavoro oggi e anche io devo darmi da fare per dare il mio contributo" ha esordito l'ex campione del mondo. Quando poi gli è stato fatto notare che a fargli perdere il secondo posto è stato il pit stop a cui è stato obbligato in regime di safety car, Lewis ha spiegato di aver sbagliato nella gestione del gap dal compagno di squadra, imputandosi la colpa del doppio sorpasso subito dalle Red Bull. "E' stato un mio errore, dal muretto mi avevano detto che sarei dovuto stare a circa 6" da Nico, ma penso di aver aperto una forbice più grande e sono stato sorpassato. Queste sono le gare".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton
Articolo di tipo Ultime notizie