Alonso: "E' andata male, ma non sono preoccupato"

Il ferrarista è rimasto in mezzo a troppi piloti senza niente da perdere per la brutta qualifica di ieri

Alonso:
Era visibilmente deluso Fernando Alonso al termine di un Gp di Monaco che si potrebbe definire disastroso per lui e per la Ferrari, con appena 6 miseri punti portati a casa, frutto di un settimo posto. Un risultato al di sotto delle aspettative, peggiorato forse anche dagli inattesi sorpassi subiti da Sergio Perez ed Adrian Sutil. "Perez fa le stesse cose che facevo anche io nel 2008 e nel 2009: quando non lotti per il campionato cerchi di prenderti anche dei rischi per fare dei bei sorpassi. Se non avessi saltato la chicane ci saremmo toccati, se in Bahrein non fossi andato fuori pista ci saremmo toccati, anche quando mi ha attaccato Sutil al tornantino abbiamo rischiato il contatto. Sono piloti ai quali perdere il muso non cambia niente, noi invece rischiamo di perdere molti punti in campionato" ha detto Fernando. Lo spagnolo però non ha cercato alibi, conscio che dietro a questa situazione c'è la brutta qualifica di ieri: "Questa però è stata colpa nostra, perchè abbiamo fatto una brutta qualifica e ci siamo ritrovati in un gruppetto di piloti che non avevano niente da perdere. A Perez è andata sempre bene per almeno tre o quattro gare, oggi almeno si è ritirato". Secondo Alonso però questa è una parentesi particolare ed è convinto che a Montreal la F138 tornerà competitiva: "Abbiamo sempre detto che Montecarlo è una gara unica, dove si usa un setup particolare e spesso si usano strategie strane. Il trenino che abbiamo visto nei primi 20 giri non è normale, perchè in altri circuiti puoi sorpassare. Per tutto questo insieme di cose qui è andata male, ma non penso che dobbiamo essere preoccupati per il Canada".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie