F1, Monaco, Libere 2: le due Ferrari sono davanti!

Leclerc ha preceduto di 112 millesimi Sainz nella seconda sessione di prove libere del GP di Monaco: la Ferrari detta il passo con le gomme soft e con entrambi i piloti precede la Mercedes di Hamilton e la Red Bull di Max Vestappen. I tifosi del Cavallino possono sognare? A Maranello preferiscono mantenere un basso profilo, senza alimentare troppe illusioni. La McLaren sesta con Norris è a sei decimi dalle Rosse: si sta nascondendo?

F1, Monaco, Libere 2: le due Ferrari sono davanti!

Due Ferrari davanti a tutti: Charles Leclerc e Carlos Sainz fanno sognare i tifosi del Cavallino nella seconda sessione di prove libere del GP di Monaco. Il monegasco ha dimostrato nel giro secco in 1'11"684 di non aver risentito del problema al cambio che in mattinata gli ha impedito di effettuare più di quattro giri. Sul circuito di casa il Principino ha dato un saggio delle sue capacità, sfiorando i guard rail e i muretti senza commettere alcuna sbavatura. Era dal GP del Brasile 2019 che non succedeva di vedere due Rosse davanti a tutti in FP2

E' il segno che è all'altezza del compagno di squadra anche Carlos Sainz che con l'altra SF21 è arrivato ad appena 112 millesimi da Leclerc, rivelando che le Rosse sembrano molto a loro agio sulle strade di Monte Carlo, ben equilibrate, agili e veloci. A Maranello, però, non vogliono alimentare troppe illusioni sostenendo che i tempi del giovedì vanno presi con il bilancino, perché Mercedes e Red Bull si sono nascoste.

Il distacco di Lewis Hamilton terzo a 390 millesimi dalla Rossa danno fiato ai dubbi, perché il campione del mondo non può lasciare tre decimi a parità di mescola.La Mercedes sta lavorando sodo per mettere a punto la simulazione delle ruote posteriori sterzanti, un'arma invisibile che però potrebbe dare un grande contributo nella lotta per la pole position.

Intanto la Stella ha messo la W12 davanti alla Red Bull di Max Verstappen: il divario fra le due monoposto top è di appena 7 millesimi, cioè niente. L'olandese è parso piuttosto nervoso nella guida e nelle comunicazione con la squadra, quasi sentisse il peso della responsabilità di essere stato indicato come il grande favorito.

Sergio Perez non ha tenuto la scia di Max: il messicano che ha chiuso il turino del mattino come leader si è un po' perso concludendo all'ottavo posto a un secondo dalla vetta e a sei decimi dal suo capitano. Troppo per Monaco.

La quinta piazza è di Valtteri Bottas con la W12: il finlandese è attaccato a Verstappen e precede Lando Norris con la migliore McLaren, visto che Daniel Ricciardo è rimasto avviluppato al 15esimo posto. Le MCL35 M soffrono per una messa a punto che non manda in temperatura le gomme e devono effettuare più di un giro di lancio.

Davanti a Perez si è inserito un buon Pierre Gasly settimo con l'AlphaTauri, mentre è da segnalare la giornata di Antonio Giovinazzi eccellente nono con l'Alfa Romeo: l'italiano ha preceduto due campioni del mondo, Sebastian Vettel con l'Aston Martin e l'altra C41 di Kimi Raikkonen.

Fernando Alonso è 12esimo con l'Alpine ed Esteban Ocon è 14esimo: fra le due monoposto di Enstone si è infilato Lance Stroll che oggi ha preso regolarmente la paga dal tedesco quattro volte campione del mondo.

George Russell e Nicholas Latifi sono stati davanti alle Haas e hanno finito con un distacco fra loro infinitesimale. In coda c'è Yuki Tsunoda che ha baciato i rail all'uscita delle Piscine dopo 11 giri: il rookie giapponese non è potuto tornare in pista.

Ha sbattuto anche Mick Schumacher al Casino e poi il tedesco ha dovuto parcheggiare la sua Haas alla chicane del Porto con la sospensione posteriore destra malconcia. Questa volta ha fatto meglio Nikita Mazepin che non ha commesso errori sulla pista più impegnativa...

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 30 1'11.684 167.585
2 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 32 1'11.796 0.112 0.112 167.324
3 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 28 1'12.074 0.390 0.278 166.678
4 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 27 1'12.081 0.397 0.007 166.662
5 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 32 1'12.107 0.423 0.026 166.602
6 United Kingdom Lando Norris
McLaren 24 1'12.379 0.695 0.272 165.976
7 France Pierre Gasly
AlphaTauri 28 1'12.498 0.814 0.119 165.703
8 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 24 1'12.708 1.024 0.210 165.225
9 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 28 1'12.746 1.062 0.038 165.138
10 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 26 1'12.982 1.298 0.236 164.604
11 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 31 1'13.065 1.381 0.083 164.417
12 Spain Fernando Alonso
Alpine 27 1'13.175 1.491 0.110 164.170
13 Canada Lance Stroll
Aston Martin 26 1'13.195 1.511 0.020 164.125
14 France Esteban Ocon
Alpine 28 1'13.199 1.515 0.004 164.116
15 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 26 1'13.257 1.573 0.058 163.987
16 United Kingdom George Russell
Williams 32 1'13.509 1.825 0.252 163.424
17 Canada Nicholas Latifi
Williams 31 1'13.593 1.909 0.084 163.238
18 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 26 1'14.407 2.723 0.814 161.452
19 Germany Mick Schumacher
Haas 25 1'14.416 2.732 0.009 161.433
20 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 11 1'14.829 3.145 0.413 160.542
condividi
commenti
Wolff: "Ali flessibili? Troppo tempo per mettersi in regola"
Articolo precedente

Wolff: "Ali flessibili? Troppo tempo per mettersi in regola"

Articolo successivo

Verstappen: "Ferrari sorprendenti. Noi lenti e non di poco"

Verstappen: "Ferrari sorprendenti. Noi lenti e non di poco"
Carica i commenti