F1, Monaco, Libere 1: fra due Red Bull c'è la Ferrari!

Perez è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del GP di Monaco con la Red Bull dotata di gomme soft davanti a Sainz subito in palla con la Ferrari dotata di mescola gialla. Terzo è Verstappen davanti all'AlphaTauri di Gasly. Le Mercedes sono solo quinta e sesta con Hamilton e Bottas, mentre Leclerc è ultimo a causa di un cedimento del cambio dopo quattro giri.

F1, Monaco, Libere 1: fra due Red Bull c'è la Ferrari!

Quello che non ti aspetti: Sergio Perez ha svettato nella prima sessione di prove libere del GP di Monaco. Il messicano con la Red Bull dotata di gomme soft ha stampato un 1'12"487 che è un tempo di soli tre decimi più lento di quello ottenuto da Hamilton due anni fa. Perez deve dare un segno di meritare la seconda RB16B e deve diventare utile nella battaglia per il mondiale. Non ha esitato a usare la mescola più morbida per andare in testa, ma ha iniziato nel modo giusto.

Non poteva cominciare in modo migliore Carlos Sainz con la Ferrari: lo spagnolo è secondo a 119 millesimi, ma con le gomme gialle. Carlos ha subito impresso un ritmo indiavolato alla sessione nel tentativo di trovare la confidenza con i muretti che è indispensabile nel Principato. Sainz è stato autore anche di una strisciata senza conseguenze all'uscita della seconda chicane della Piscina. La Scuderia è partita bene con il madrileno, mentre prosegue la maledizione di Charles Leclerc a Monte Carlo visto che ha chiuso il turno ultimo: il monegasco è riuscito a completare solo quattro giri prima che un problema al cambio lo abbia costretto ai box.

Alla curva del Portier nel passaggio dalla terza alla quarta c'è stato un cedimento nella trasmissione che ha lo ha tenuto fermo per tutto il resto della sessione: i meccanici hanno provveduto subito alla sostituzione per permettergli di tornare in pista nel pomeriggio.

Ci sono tre motori Honda fra i primi quattro: dietro a Sainz compare Max Verstappen capace di 1'16"648 ottenuto con le medie e facendo due sorpassi. Sembra evidente che la macchina di Newey sembra la grande favorita del weekend. L'olandese ha preceduto l'ottimo Pierre Gasly quarto con l'AlphaTauri a 442 millesimi da Perez.

Il transalpino si è tolto il gusto di stare davanti alle due Mercedes: Lewis Hamilton è quinto seguito da Bottas. Le W12 pagano mezzo secondo, ma non bisogna lasciarsi ingannare perché le frecce nere sono andate forte subito, ma poi si sono dedicate a inanellare dei giri mentre le pista andava migliorando nel grip.

Settimo è Lando Norris con la McLatren ricolorata nei colori Gulf: l'inglese precede Sebastian Vettel a suo agio con l'Aston Martin, visto che Lance Stroll non è andato oltre l'11esimo posto, anche se il distacco della "verdona" resta pesante: 1"2.

Yuki Tsunoda che Monaco l'ha vista solo in cartolina è ottimo nono: il rookie giapponese con l'AlphTauri si è è messo dietro Kimi Raikkonen con l'Alfa Romeo: il finlandese è stato autore di un dritto a Saint Devote. Antonio Giovinazzi è 12esimo a un decimo dal compagno, seguito da Fernando Alonso, il primo a sbattere contro le barriere: lo spagnolo con l'Alpine ha urtato con l'anteriore sinistra all'ingresso dell'Antony Noghes come se non avesse voltato a causa del sottosterzo. Fernando ha rovinato l'ala ma è stato abile a tornare ai box per la riparazione. Se l'è cavata davvero con poco, ma colleziona il settimo incidente nel Principato in 17 GP.

L'asturiamo è comunque stato davanti a Esteban Ocon solo 16esimo con la A521. Da segnalare anche Nicholas Latifi 14esimo con la Williams capace di fare meglio di George Russell solo 19esimo.

Nel derby fra le Haas ha prevalso una volta tanto Nikita Mazepin su Mick Schumacher: il russo comincia a prendere le misure alla F1?

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 36 1'12.487 165.729
2 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 32 1'12.606 0.119 0.119 165.457
3 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 39 1'12.648 0.161 0.042 165.361
4 France Pierre Gasly
AlphaTauri 37 1'12.929 0.442 0.281 164.724
5 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 34 1'12.995 0.508 0.066 164.575
6 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 36 1'13.131 0.644 0.136 164.269
7 United Kingdom Lando Norris
McLaren 31 1'13.236 0.749 0.105 164.034
8 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 33 1'13.732 1.245 0.496 162.930
9 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 39 1'13.746 1.259 0.014 162.899
10 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 31 1'14.081 1.594 0.335 162.163
11 Canada Lance Stroll
Aston Martin 33 1'14.090 1.603 0.009 162.143
12 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 27 1'14.106 1.619 0.016 162.108
13 Spain Fernando Alonso
Alpine 37 1'14.205 1.718 0.099 161.892
14 Canada Nicholas Latifi
Williams 41 1'14.268 1.781 0.063 161.754
15 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 36 1'14.281 1.794 0.013 161.726
16 France Esteban Ocon
Alpine 37 1'14.320 1.833 0.039 161.641
17 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 33 1'14.616 2.129 0.296 161.000
18 Germany Mick Schumacher
Haas 35 1'14.801 2.314 0.185 160.602
19 United Kingdom George Russell
Williams 35 1'14.840 2.353 0.039 160.518
20 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 4 1'19.618 7.131 4.778 150.885
condividi
commenti
Verstappen favorito, ma il podio a Monaco è un tabù
Articolo precedente

Verstappen favorito, ma il podio a Monaco è un tabù

Articolo successivo

Red Bull: il diffusore di Max con i denti di squalo

Red Bull: il diffusore di Max con i denti di squalo
Carica i commenti