Minardi: "Sulla Super Licenza c'è un ritorno all'antico"

Il manager faentino è disposto a collaborare con Domenicali per rilanciare anche la Formula 2

Minardi:

Gian Carlo Minardi, grande scopritore di talenti in Formula 1, interviene sui nuovi limiti della Supe Licenza: “Si è scoperta l’acqua calda. Nel passato per ottenere la Super Licenza era necessario aver conquistato dei risultati positivi, classificandosi nei primi cinque nei campionati che formavano la piramide verso la F.1, ovvero la F.3 e la F.2, oltre a percorrere più di 300 km al volante di una Formula 1”.

Il manager faentino commenta i correttivi della FIA che pongono dei seri limiti all'accesso nel Circus:
“E’ un ritorno all’antico con dei cambiamenti importanti, come il requisito della maggiore età. Pertanto non avremo un secondo Verstappen nel Circus che debutta ancora minorenne. Sono d’accordo sul fatto che la Super Licenza vada conquistata sul campo a suon di risultati positivi. Con questi punteggi la FIA ha voluto dare una linea guida ai piloti, supportando prevalentemente le categorie sotto il proprio controllo”.

Stefano Domenicali, subentrato a Gerhard Berger nella commissione FIA dedicata alle monoposto addestrative, ha avuto l'incarico di rilanciare la Formula 2 che in futuro dovrebbe diventare il passggio privilegiato per arrivare ai Gp... 
“Nelle prossime settimane, in qualità di rappresentante ACI organizzerò un incontro con Stefano Domenicali per confrontarci con lui e stilare un’agenda di lavori per supportare i campionati già esistenti, vale a dire la F.4 e F.3, ed eventualmente iniziare uno studio sulla futura F.2 che la FIA vorrebbe varare a breve”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie