F1 Messico, Libere 3: Verstappen è davanti, ma Hamilton e Vettel sono vicini

condividi
commenti
F1 Messico, Libere 3: Verstappen è davanti, ma Hamilton e Vettel sono vicini
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
27 ott 2018, 16:19

Max Verstappen ha centrato il nuovo record della pista di Città del Messico nel terzo turno di prove libere con la Red Bull, ma Hamilton con la Mercedes e Vettel con la Ferrari hanno ridotto il distacco a un paio di decimi. Ottimo Leclerc sesto con la Sauber davanti a Sainz

Per mezz'ora non ha girato nessuno, se non per fare un installation lap, visto che la pista era ancora umida per la pioggia della notte. Poi ci ha pensato Fernando Alonso a rompere gli indugi con la McLaren dotata delle gomme Hypersoft e da quel momento c'è stata una sarabanda in pista fino alla bandiera a scacchi.

Nella terza sessione di prove libere del GP del Messico si è confermata la superiorità di Max Verstappen che con la Red Bull ha siglato il nuovo record della pista in 1'16"284, facendo meglio dell'1'16"488 di Sebastian Vettel con la Ferrari nel 2017. L'olandese ha chiuso un giro eccellente (con un piccolo bloccaggio in frenata), prima di accusare un problema di ricarica alla batteria, un guaio che ha accusato anche Daniel Ricciardo.

Verstappen insegue la prima pole della carriera, ma deve guardarsi da Mercedes e Ferrari che con i motori più freschi hanno sensibilmente ridotto il gap di ieri, portandosi a due decimi dalla RB14: Lewis Hamilton con 1'16"538 è a 254 millesimi dalla vetta, mentre Sebastian Vettel con la Ferrari è a 282 millesimi. Il distacco è limitato e la Renault dispone di un pulsante magico più limitato di Mercedes e Ferrari che si candidano per la partenza al palo. 

Leggi anche:

La partita è limitata ai primi tre, visto che Daniel Ricciardo ha pagato 744 millesimi dal suo compagno di squadra. L'australiano è riuscito a precedere di 17 millesimi Kimi Raikkonen con la seconda Ferrari. Il bello è che i vincitore del GP degli USA è tallonato da Charles Leclerc, capace di stare a 14 millesimi dalla Rossa con la ben più modestra Sauber C37! Il monegasco ci tiene a mostrare i suoi talenti quando le condizioni non sono ideali e ci può mettere del suo

E' riuscito a girare poco Valtteri Bottas: il finlandese al sesto giro ha dovuto accostare la sua W09 mentre sul display appariva la scritta che gli segnalava un problema idraulico. Questo cedimento arriva dopo il surriscaldamento patito venerdì da Lewis Hamilton che ha dovuto girare con una potenza limitata per evitare guai su una pista dove l'aria è molto rarefatta. Nel box della freccia d'argento c'è una grande agitazione per capire se sarà necessario sostituire la power unit sulla W09 di Valtteri che ha chiuso la sessione 19esimo. Questa rottura arriva dopo che ad Austin la Mercedes aveva cambiato la pompa dell'acqua su entrambe le monoposto prima della gara.

Carlos Sainz è settimo con la Renault, confermando la buona forma della R.S.18, ma paga un secondo da Verstappen, mentre Nico Hulkenberg è decimo con la seconda vettura di Enstone, preceduto da Marcus Ericsson con la Sauber, ottimo nono.

Bene Pierre Gasly con la Toro Rosso dotata del motore Honda più vecchio, visto che quello di ultima generazione è stato messo da parte e il francese pagherà 15 posizioni sulla griglia di domani: con l'ottava piazza conferma che i giapponesi sono riusciti a trovare della potenza che prima non c'era.

Le due Force India viaggiano di conserva in 11esima e 12esima posizione con Esteban Ocon davanti all'idolo di casa Sergio Perez. Romain Grosjean che lascerà tre posizioni in griglia per la penalità scattata a causa della toccata a Leclerc negli Usa è 13esimo, mentre il suo compagno di squadra alla Haas, Kevin Magnussen non ha completato un giro cronometrato.

Stoffel Vandoorne, 14esimo con la McLaren, è stato davanti a Fernando Alonso, mentre Sergey Sirotkin con la Williams è 17esimo e precede Lance Stroll. Brendon Hartley, positivo ieri, è ripiombato dove gli compete con la seconda Toro Rosso, vale a dire al 16esimo posto. C'è molta incertezza meteo per le qualifiche... 

 
Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 9 1'16.284     203.114
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 9 1'16.538 0.254 0.254 202.440
3 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 11 1'16.566 0.282 0.028 202.366
4 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 7 1'17.028 0.744 0.462 201.152
5 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 16 1'17.045 0.761 0.017 201.108
6 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 13 1'17.059 0.775 0.014 201.071
7 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 11 1'17.336 1.052 0.277 200.351
8 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 16 1'17.525 1.241 0.189 199.863
9 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 14 1'17.565 1.281 0.040 199.760
10 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 10 1'17.623 1.339 0.058 199.610
11 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 10 1'17.731 1.447 0.108 199.333
12 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 10 1'17.819 1.535 0.088 199.108
13 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 10 1'18.145 1.861 0.326 198.277
14 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 15 1'18.445 2.161 0.300 197.519
15 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 11 1'18.548 2.264 0.103 197.260
16 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 10 1'18.637 2.353 0.089 197.037
17 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 9 1'18.669 2.385 0.032 196.956
18 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 8 1'18.698 2.414 0.029 196.884
19 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 5 1'18.839 2.555 0.141 196.532
20 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 1
Articolo successivo
Renault: rotto il coprifuoco per lavorare sulla sospensione posteriore

Articolo precedente

Renault: rotto il coprifuoco per lavorare sulla sospensione posteriore

Articolo successivo

Anteprima Mercedes: le frecce d'argento in qualifica con i fori chiusi dei cerchi

Anteprima Mercedes: le frecce d'argento in qualifica con i fori chiusi dei cerchi
Carica i commenti