Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera

F1 | Merchandising Mercedes al rogo: Verstappen disgustato

Anche in Ungheria alcuni ultras dell'olandese hanno dato fuoco al merchandising della Mercedes provocando la reazione di condanna da parte del campione del mondo della Red Bull.

Max Verstappen, Red Bull Racing, 1° posizione, in conferenza stampa

Foto di: FIA Pool

Durante il weekend di Budapest è emerso sui social media un video che mostrava un tifoso con indosso quella che sembrava essere una maglietta arancione di Max Verstappen che bruciava un cappellino nero della Mercedes.

L'episodio è avvenuto poche settimane dopo che un incidente simile era stato filmato in un'area riservata ai tifosi in occasione del Gran Premio d'Austria. Questo comportamento ha portato la F1 a prendere provvedimenti aumentando la sicurezza e lanciando una nuova campagna chiamata "Drive It Out".

Domenica scorsa, dopo la vittoria del Gran Premio d'Ungheria, è stato chiesto un parere a Verstappen sul video dei tifosi che bruciavano il merchandising di Lewis Hamilton ed il campione del mondo lo ha definito "ovviamente inaccettabile".

"No, non sono assolutamente d'accordo, perché è semplicemente disgustoso", ha detto Verstappen. "Nel complesso, credo che la maggior parte del pubblico abbia fatto un gran tifo per tutta la gara e anche sul podio, per ogni pilota. Penso che sia così che dovrebbe essere".

"Ma quei video di merchandising bruciati penso che siano disgustosi".

Max Verstappen e Lewis Hamilton sono protagonisti di una feroce lotta per il campionato mondiale di F1 nel 2021 che si è riversata sui social media e ha visto tensioni tra le rispettive tifoserie durante le gare.

Al Gran Premio di Gran Bretagna dello scorso luglio, quando Verstappen è finito in testacoda durante le qualifiche, il pubblico ha accolto con applausi la manovra dell’olandese per poi fischiarlo durante l'intervista al termine della sessione.

Anche se Verstappen ha fatto finta di niente, Hamilton ha invitato i tifosi a smettere, dicendo: "Penso che siamo migliori di così".

Tifosi olandesi con i fumogeni arancioni

Tifosi olandesi con i fumogeni arancioni

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Una settimana dopo in Austria - una gara a cui hanno partecipato più di 50.000 tifosi olandesi che sostenevano Verstappen - ci sono stati applausi e festeggiamenti nelle tribune quando Hamilton è andato a sbattere in qualifica, cosa che il pilota della Mercedes ha definito sconvolgente.

Le segnalazioni di comportamenti eccessivi e di molestie da parte dei tifosi in Austria hanno suscitato un'ampia condanna da parte dei piloti e dei team, oltre a spingere la F1 a intraprendere la campagna "Drive It Out", incentrata sul combattere e mettere al bando di questi atteggiamenti.

La campagna è stata lanciata con un video in cui tutti i piloti condannano questi comportamenti ed è destinata a portare a colloqui tra la F1 e tutti gli organizzatori delle gare per definire ulteriori misure per garantire la sicurezza dei fan durante gli eventi.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Shwartzman esclusivo: il pilota "virtuale" che aspetta la F1-75
Articolo successivo F1 | McLaren: Ricciardo via in anticipo per prendere Piastri

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera