F1 | Mercedes: non si cada nel buco... nero pensando alla W13

Il team di Brackley ha festeggiato l'ingresso nel 2022 postando sui social una foto oscurata di una monoposto con il simbolo della Stella sul musetto. In rete sono subito partite le speculazioni se si trattasse di un'anticipazione della W13. Non è così, anche per anticipare le forme troppo presto sarebbe come regalare un vantaggio agli avversari. Ma il buon anno della Mercedes ha colpito nel segno perché tutti ne parlano...

F1 | Mercedes: non si cada nel buco... nero pensando alla W13

Nuovo anno, nuova Mercedes. La Stella è entrata così nel 2022, pubblicando su Twitter un’immagine semi oscurata di una monoposto a effetto suolo che sul musetto mostrava il logo della Casa di Stoccarda. I “boccaloni” hanno subito pensato a una prima immagine della W13 postata sui social, mentre molto più semplicemente si tratta di una interpretazione della vettura che F1 e FIA avevano mostrato a Silverstone in estate.

Per il momento niente di nuovo se non l’ingresso da parte della Mercedes nella nuova era della F1 che sarà caratterizzata dalle vetture con il ground effect. Uscire troppo presto con una vettura verosimile a quella che vedremo alle presentazioni e poi ai test invernali di Barcellona a fine febbraio avrebbe significato fare un grande regalo alla concorrenza.

All’interno di ciascuna factory di Formula 1 nessuno conosce come gli avversari possono aver interpretato le nuove regole: per volontà della FIA avrebbero dovuto essere molto prescrittive, tali, insomma, di imporre delle forme molto simili a tutte le monoposto, ma stando alle chiacchiere da paddock, non dovremmo stupirci se vedremo soluzioni diverse da parte di chi cercherà una via proprio alla ricerca delle prestazioni.

Scoprire le carte troppo presto significherebbe dare l’opportunità agli altri di valutare idee o soluzioni che non sono state pensate o provate. La nuova F1, quindi, sarà destinata a rimanere ancora un po’ nel mistero. Per ora solo la Ferrari ha ufficializzato un periodo nel quale la rossa 2022 vedrà cadere i veli: Maranello ha prenotato una data fra il 16 e il 18 febbraio.

E gli altri? Per il momento c’è silenzio. Un fatto è certo: le monoposto di quest’anno dovranno essere a passo più corto (massimo 3.600 mm), per cui la Mercedes che aveva l’interasse più lungo potrebbe essere la squadra a soffrirne di più. Sarà davvero così? A Brackley non sono affatto preoccupati perché l’hardware di una monoposto viene definito dalle nuove regole che gli ingegneri diretti da James Allison e Mark Elliot studiano da un paio di anni…

condividi
commenti
F1 | Norris orgoglioso per l'onestà con cui ha gestito le pressioni
Articolo precedente

F1 | Norris orgoglioso per l'onestà con cui ha gestito le pressioni

Articolo successivo

Calisto Tanzi: dal "latte dei campioni" in F1 al crac

Calisto Tanzi: dal "latte dei campioni" in F1 al crac
Carica i commenti