Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
111 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
139 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
146 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
160 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
196 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
203 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
217 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
230 giorni

Mercedes DAS illegale? Red Bull e Ferrari hanno scritto alla FIA

condividi
commenti
Mercedes DAS illegale? Red Bull e Ferrari hanno scritto alla FIA
Di:
11 mar 2020, 15:37

La trovata della Mercedes (sulla W11 è montato un sistema che permette di modificare la convergenza delle ruote anteriori muovendo il volante) è contestata da Red Bull e Ferrari che hanno scrito alla FIA una lettera di chiarimento normativo. Marko promette un reclamo se il DAS verrà usato a Melbourne.

La spaccatura di apre. La Red Bull Racing è convinta di disporre di una macchina, la RB16, che in mano a Max Verstappen dovrebbe essere in grado di lottare per il mondiale. E, quindi, a Milton Keynes tornano alla carica: terranno d’occhio la power unit della Ferrari e le soluzioni aerodinamiche e meccaniche della Mercedes.

I tecnici di Helmut Marko hanno già colpito la freccia d’argento con un… siluro che è andato a segno. La FIA con la direttiva tecnica TD 14/20 ha vietato le prese d’aria sul bracket della sospensione posteriore che Mercedes e Racing Point (il gatto e la volpe) hanno adottato sulle loro monoposto per controllare la temperatura delle gomme posteriori.

Si tratta dello stesso concetto che i commissari tecnici federali avevano autorizzato per tutto l’anno scorso: ora pare che nessuno disconosca la funzione aerodinamica di quella presa triangolare che dovrà essere chiusa.

 

L’altro terreno di battaglia è il DAS, il Dual Axis System che la Mercedes ha sviluppato nei test invernali: si tratta di una soluzione geniale grazie alla quale il pilota dall’abitacolo della W11 può modificare l’incidenza delle ruote anteriori, pare sfruttando una doppia cremagliera che sarebbe comandata dal movimento longitudinale del piantone dello sterzo.

La FIA ha approvato la soluzione che ha la funzione di preservare l’usura delle gomme, facilitandone l’innesto della temperatura in rettilineo. Alla Red Bull sono certi che il DAS sia illegale: anche per questa trovata che sta facendo discutere il paddock è stata scritta una lettera di chiarimento regolamentare a Nikolas Tombazis.

Analoga scrittura sarebbe stata spedita da Maranello dove sostengono che il Dual Axis System modifica i parametri della sospensione in rettilineo e, quindi, ci sarebbe un influsso aerodinamico oltre che un beneficio nella salvaguardia degli pneumatici.

Su questo punto la FIA non si sarebbe ancora espressa, mentre avrebbe preso la parola il tuonante Helmut Marko: “Siamo pronti a presentare un reclamo – ha detto il consulente di Mateschitz – qualora la Mercedes dovesse scendere in pista a Melbourne con il DAS che per noi è illegale”.

Ecco perché crescono le possibilità che la soluzione non venga utilizzata da Lewis Hamilton e Valtteri Bottas nel primo GP stagionale. Se così fosse si andrebbe ripetendo quanto si era visto due anni con i cerchi forati della W09 che non furono montati finché i due mondiali non erano stati conquistati dalla Stella. È probabile che Toto Wolff non voglia correre rischi già all’apertura del mondiale.

Ma quello che doveva essere un fronte comune di “magnifici 7” contro la FIA e la Ferrari ha già trovato due validi motivi per frantumarsi. E come dicevano gli antichi romani, “Divide et impera”. Un motto che per anni ha fatto suo Bernie Ecclestone…

Articolo successivo
Fotogallery F1: i preparativi del paddock per il GP d'Australia

Articolo precedente

Fotogallery F1: i preparativi del paddock per il GP d'Australia

Articolo successivo

Formula 1: quando è il presente (tv) a diventare... remoto

Formula 1: quando è il presente (tv) a diventare... remoto
Carica i commenti