Horner: "Fermarsi era la soluzione giusta"

Quella del team principal della Red Bull sembra la posizione più diffusa nel paddock di Melbourne

Horner:
Christian Horner, come praticamente la totalità dei colleghi team principal, è convinto che la direzione gara abbia fatto bene a non andare avanti con le qualifiche del Gp d'Australia, posticipando la Q2 e la Q3 a domani. Le condizioni si erano fatte troppo critiche a causa della pioggia e della scarsa visibilità e sarebbe stato uno sbaglio mettere in pericolo i piloti secondo l'uomo alla guida della Red Bull. "E' un peccato fermarsi a causa del clima, ma assolutamente la decisione giusta era quella di fermare le qualifiche o posticiparle a domani. Le condizioni sono peggiorate molto rapidamente, perchè oltre ad aumentare l'acqua in pista è diminuita la luce. Meglio riprovarci domani, magari con una situazione migliore". C'era anche chi auspicava magari di disegnare la griglia di partenza in base ai risultati della Q1, ma secondo Horner questa non sarebbe stata una soluzione equa. "Penso che non sarebbe stato giusto, perchè in questa Q1 i piloti hanno dovuto badare soprattutto a sopravvivere piuttosto che a cercare il tempo" ha detto, poi si è fatto una bella risata con una battuta: "Sarebbe stato più giusto fare la griglia in base al...numero delle monoposto! ahahahahah".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie