Nasr: "Che sorpresa metterci dietro la Red Bull!"

Il brasiliano della Sauber è la rivelazione del Gp d'Australia con il quinto posto all'esordio in F.1

Nasr:

Probabilmente Felipe Nasr non avrebbe immaginato di poter chiudere quinto a Melbourne neppure nel più bello dei suoi sogni, invece tutto questo è diventato realtà per il rookie della Sauber, che oggi si è reso protagonista di un Gp d'Australia fantastico, togliendosi anche la soddisfazione di tenere a bada praticamente per tutta la gara due ossi duri come Daniel Ricciardo e la Red Bull.

La sorpresa è stata proprio piazzare la C34 davanti alla più blasonata RB11: "Sicuramente non mi aspettavo un risultato di questo tipo, però sono molto contento ovviamente. Metterci dietro la Red Bull è stata una sorpresa sia per me che per la squadra. I nostri tempi erano buoni e via radio il mio ingegnere mi diceva che potevo tenere dietro Ricciardo, però la pressione è stata davvero grande per tutta la gara".

Questo risultato poi assume ancora più valore se si pensa alla tensione vissuta all'interno della squadra di Hinwil nei giorni scorsi, con la causa vinta da Giedo van der Garde che reclamava un volante: "Io sono doppiamente contento perché questo weekend è stato davvero un casino a causa di tutta la situazione che si è venuta a creare all'interno della squadra. Una cosa che rende ancora più soddisfacente questo quinto posto".

Nonostante un ottimo inizio, il brasiliano sa bene che c'è tanto lavoro da fare per migliorare la C34, ma secondo lui intanto la nota lieta è la power unit Ferrari: "Si vede che c'è il potenziale e sul rettilineo abbiamo delle buone velocità di punta, ma alla nostra vettura manca ancora un po' di downforce e questo è un aspetto su cui dobbiamo lavorare. La power unit però mi sembra buona".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Felipe Nasr
Articolo di tipo Ultime notizie