McLaren: nella pinnetta c'è la firma di Prodromou

McLaren: nella pinnetta c'è la firma di Prodromou

L'ingegnere anglo-cipriota ha ridotto la misura delle protezioni della testa del pilota per favorire l'aerodinamica

La mano di Peter Prodromou sulla McLaren-Honda MP4-30 c'è, ma ancora non si vede in modo così evidente, come sarà nelle prossime settimane, quando verranno introdotte una serie di novità che tenderanno a trasformare sempre più la nuova monoposto di Woking in una monoposto simile alla Red Bull Racing, anche se per ora ha mantenuto la sua identità classica.

Il tecnico anglo-cipriota, però, qualche anticipazione ce l'ha già mostrata: le strutture deformabili ai lati della testa del pilota devono rispettare delle misure che sono imposte dalla FIA. In realtà sulla MP4-30 risultano più corte nella parte posteriore, perché ci sono due pinnette verticali utili a rispettare alla lettera le norme. In realtà Peter in quella zona è riuscito a ridurre la sezione della protezione, permettendo all'andamento del cofano di essere più libero nel far passare i flussi verso il retrotreno. L'essere stato per tanti anni a scuola di Adrian Newey a qualcosa deve pur essere servito...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Jenson Button , Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie