McLaren in lutto: è morto Mansour Ojjeh

La squadra di Woking ha dato l'annuncio della scomparsa dell'imprenditore saudita, francese per parte di madre nella mattinata. Mansour si è spento a Ginevra dopo una lunga malattia. Deteneva il 15% del pacchetto azionario della McLaren dove era entrato nel 1984. Cordoglio in tutta la F1 prima del GP dell'Azerbaijan.

McLaren in lutto: è morto Mansour Ojjeh

Mansour Ojjeh è morto questa mattina a Ginevra. La McLaren ha reso nota la triste notizia poco fa: il socio del team di Woking si è spento a 68 anni con tutta la famiglia al suo capezzale.

La F1 perde un grande personaggio carismatico che è entrato nel Circus nel 1979 sponsorizzando con il marchio TAG (Techniques d'Avant Garde) la Williams. Grazie alla ricca sponsorizzazione Patrick Hean era riuscito a realizzare monoposto competitive che arrivarno al mondiale nel 1980 con Alan Jones e nel 1982 con Keke Rosberg.

Mansour, figlio di madre francese e padre saudita, Akram Ojjeh che è stato il fondatore della TAG, è sempre stato molto appassionato delle corse. Nel 1982 Ron Dennis convinse Ojjeh a entrare in progetto innovativo con la Porsche: finanziare il motore turbo costruito dalla Casa tedesca con il quale la McLaren avrebbe corso e vinto. Presentato nel 1983, il 6 cilindri Tag-Porsche vinse tre mondiali: nel 1984 con Niki Lauda e nei due anni successivi con Alain Prost.

L'imprenditore dopo aver investito 5 milioni di dollari nel motore, divenne socio della McLaren con Ron Dennis nel 1984 e due anni più tardi acquisì la Heuer, l’azienda svizzera di orologi di precisione che curava il servizio di cronometraggio dei GP, dando vita alla TAG Heuer.

Mansour è sempre stato un fedele socio di Ron Dennis, ma sarebbe stato Ojjeh a chiedere l’allontanamento di Ron dalla McLaren, perché il team principal di Woking aveva cercato di acquisire il controllo della società approfittando del tumore che aveva colpito l’amico saudita.

Ojjeh dopo ripetuti e dolorosissimi interventi era riuscito a riprendersi, tornando a seguire in prima persona la McLaren della quale detiene il 15% del pacchetto azionario. Il team e la F1 perdono un personaggio molto carismatico del paddock.

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio dell'Azerbaijan: Gara
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio dell'Azerbaijan: Gara

Articolo successivo

GP Azerbaijan: Verstappen a muro, sbaglia Hamilton, vince Perez!

GP Azerbaijan: Verstappen a muro, sbaglia Hamilton, vince Perez!
Carica i commenti