F1 | Marko: "Uno psicologo per il bambino problematico Tsunoda"

In una intervista rilasciata a Servus TV ha dichiarato come la Red Bull abbia ingaggiato uno psicologo per gestire l'ira di Tsunoda che inficia sulle prestazioni al volante del giapponese.

F1 | Marko: "Uno psicologo per il bambino problematico Tsunoda"

La stagione di debutto di Yuki Tsunoda in Formula 1 non è stata per nulla semplice. Specie ad inizio anno il giapponese ha faticato ad ambientarsi alla nuova realtà ed il team di Faenza ha deciso a metà hanno di farlo trasferire in Italia per tenere la situazione sotto controllo.

Yuki ha tratto beneficio da questa scelta ed ha ottenuto la riconferma anche per il 2022. Nella seconda stagione in Formula 1 il giapponese ha mostrato una maggiore costanza, finendo spesso in top 10 nonostante una AlphaTauri non al livello della vettura 2021, ma anche quest’anno Tsunoda ha fatto vedere uno stile di guida spesso aggressivo e messaggi radio per nulla pacati.

In occasione dello scorso GP di Gran Bretagna il giapponese è entrato in collisione con il suo compagno di team ed ha ammesso la responsabilità dell’accaduto dopo aver ricevuto una penalità di tempo.

L’incidente provocato da Tsunoda ha costretto Gasly al ritiro, mentre un detrito della sua monoposto è andato ad incastrarsi nella Red Bull di Max Verstappen compromettendo la gara dell’olandese.

Parlando con Servus TV, Helmut Marko ha ammesso come la squadra abbia deciso di assumere uno psicologo per assistere quello che ha definito come un “bambino problematico” in modo tale da controllare il temperamento focoso di Yuki.

“Abbiamo ingaggiato un psicologo per lavorare con lui perché continua a sbraitare in curva e questo ha inficiato le sue prestazioni”.

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT03, rientra ai box con dopo i danni alla partenza

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT03, rientra ai box con dopo i danni alla partenza

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

Secondo il consigliere della Red Bull, Tsunoda dovrebbe imparare da Max Verstappen. L’olandese è altrettanto aggressivo via radio ma questo non inficia sulle sue performance.

“Dovremmo tenere sotto controllo le nostre emozioni. Grazie a Dio Max è calmo, mentre il nostro bambino problematico è Tsunoda. Esplode alla radio”.

Dopo il GP di Silverstone Yuki ha ammesso come l’incidente con Gasly sia stato discusso internamente al team ed adesso è il momento di voltare pagina e pensare alla gara del Red Bull Ring.

“Sono contento di poter tornare a correre dopo pochi giorni per lasciarmi alle spalle la gara di Silverstone. Non ho potuto fare nulla per la collisione dopo la partenza e poi purtroppo ho avuto l'incidente con Pierre. Ne abbiamo discusso come squadra e ora andiamo avanti".

Negli ultimi anni sempre più piloti di F1 hanno parlato dei benefici ottenuti dopo un consulto con psicologi dello sport e mental coach. Sia George Russell che Lando Norris hanno parlato in modo particolarmente esplicito delle sfide per la salute mentale in questo sport.

Leggi anche:
condividi
commenti
F1 | Ferrari: a Monaco la quiete dopo la tempesta
Articolo precedente

F1 | Ferrari: a Monaco la quiete dopo la tempesta

Articolo successivo

F1 | Alpine: Alonso non ha fretta di rinnovare il contratto

F1 | Alpine: Alonso non ha fretta di rinnovare il contratto