Marchionne: "Dipende da Alonso cosa vuole fare"

Il prossimo presidente della Ferrari non è preoccupato e ha delegato Mattiacci a comporre la questione

Marchionne:

Fernando Alonso è a Dubai in attesa del Gp del Giappone. Lo spagnolo non è rientrato in Europa, ma ha preferito stare nella sua casa nell'Emirato. Non ha parlato con Marco Mattiacci, team principal della Ferrari. Fra i due è gelo dal Gp di Singapore.

I vertici del Cavallino vogliono capire quali sono le effettive intenzioni del campione spagnolo che è corteggiato dalla Honda. La Casa giapponese è pronta a spendere i 100 milioni di euro che Fernando vuole per tre anni: l'intenzione è di portarlo in dote alla McLaren che l'anno prossimo avrà il V6 Turbo giapponese in esclusiva.

La Ferrari non vuole "cacciare" Alonso e l'asturiano non vorrebbe andarsene sbattendo la porta. Chi farà la prima mossa? La domanda è stata posta a Sergio Marchionne che dal 13 ottobre assumerà anche la carica di presidente della Ferrari, oltre a quella di FCA.

"Al momento non me ne preoccupo - ammette Marchionne nell'incontro con Matteo Renzi ad Auburn Hills, il quartier generale Usa di FCA - c'è Mattiacci che se ne sta occupando, ne potremo riparlare dal 13 ottobre".

Insomma Marchionne non ha la stessa fretta che potrebbe avere Alonso per accasarsi alla McLaren-Honda, visto che anche Sebastian Vettel ha un contratto in tasca da firmare con Woking (e con Maranello!).

Qualcuno ricorda che per il manager italo-canadese i piloti non erano un problema:
"Lo confermo, ma dipende anche cosa chiedono e cosa vogliono fare i piloti".

Insomma anche Marchionne mette il punto, segnando una distanza da Fernando Alonso e non esclude di fare un salto al Gp del Giappone in programma a Suzuka fra una settimana: "Mi piacerebbe, anche se è molto difficile per le concomitanze del Salone di Parigi e la quotazione in borsa di FCA a New York".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie