Leclerc premiato col Trofeo Bandini: "Che sia di buon auspicio"

Il monegasco ha ricevuto il prestigioso riconoscimento in ceramica dell'artista Goffredo Gaeta: la 27esima edizione del premio non si è svolta come di tradizione a Brisghella, ma al Museo Ferrari per rispettare le norme anti Covid-19. Siccome il Trofeo è andato in passato a sette campioni del mondo, Charles si augura che possa portare bene anche a lui.

Leclerc premiato col Trofeo Bandini: "Che sia di buon auspicio"

Chissà se la tradizione positiva del Trofeo Bandini avrà un’appendice anche per Charles Leclerc? Di solito i giovani talenti che sono stati insigniti del premio, poco dopo hanno avuto un risultato eclatante. Il monegasco di GP ne ha già vinti due nella stagione 2019 di debutto con la Rossa, ma se dovesse riuscire a portare al successo la SF21 sarebbe un’impresa davvero da ricordare, considerando i limiti oggettivi della Ferrari di quest’anno.

La premiazione del Trofeo Bandini 2021 non si è svolta come sempre nella tradizionale sede di Brisighella: l’antico borgo medievale ha lasciato il posto al Museo Ferrari, affinché la manifestazione si potesse svolgere nel rispetto delle normative anti Covid-19.

Il Cavallino Rampante è stato il brand più premiato di questa 27esima edizione: Charles Lecvlerc si è aggiudicato la ceramica realizzata dall’artista Goffredo Gaeta rappresentante la vettura di Bandini e la rocca Manfrediana di Brisighella.

“Sono onorato di ricevere questo premio che dal 1992 a oggi è stato vinto, tra gli altri, da sette campioni del mondo: speriamo che sia di buon auspicio per il futuro”, ha affermato Charles, alla vigilia della partenza per Silverstone. Charles succede nell’albo d’oro del Trofeo ad Antonio Giovinazzi, e va a far compagnia ad altri ferraristi del passato come Ivan Capelli, Michael Schumacher e Felipe Massa.

Altri quattro premi sono stati assegnati a rappresentanti della Ferrari: il Chief Human Resources Officer, Michele Antoniazzi, il Key Executive Relationship Manager, Jonathan Giacobazzi e l’ambassador della Scuderia Ferrari e opinionista tv, Marc Genè.

Un premio particolare è andato infine ai meccanici che lavorano sulla vettura di Charles, cui è stato conferito il Trofeo Baracca patrocinato dalla Città di Lugo di Romagna.

condividi
commenti
F1: cerimonia vecchio stile per i primi 3 della Sprint Qualifying

Articolo precedente

F1: cerimonia vecchio stile per i primi 3 della Sprint Qualifying

Articolo successivo

Aston Martin: Mark White è il quarto moschettiere dei nuovi acquisti

Aston Martin: Mark White è il quarto moschettiere dei nuovi acquisti
Carica i commenti