F1 | Leclerc: "Frenato ancora dalla sfortuna. Andavamo bene"

Charles Leclerc ha visto sfumare un ottimo risultato da una bandiera rossa beffarda nella prima fase di gara, che ha rovinato la buona tattica della Ferrari e ha costretto il monegasco a chiudere settimo.

F1 | Leclerc: "Frenato ancora dalla sfortuna. Andavamo bene"

Per l'ennesima volta in stagione Charles Leclerc si è trovato a fare i conti con una gara che, inizialmente, aveva premesse a dir poco promettenti, ma, alla fine, si è trovato quasi con un pugno di mosche in mano.

Il settimo posto artigliato alla fine del Gran Premio dell'Arabia Saudita non è male in ottica Mondiale Costruttori, con la Rossa sempre più vicina al traguardo stagionale, ma Leclerc ha visto sfumare una ghiotta opportunità per portare a casa un podio importante, quanto meno per il morale in vista della prossima stagione.

Partito molto bene con gomme Medium, il monegasco della Ferrari aveva mostrato quanto già visto nelle libere, ovvero un ottimo passo tanto da mantenere una quarta posizione di tutto rispetto, con Sergio Perez alle sue spalle ma mai troppo insidioso.

Poi la Virtual Safety Car innescata dall'incidente di Mick Schumacher ha convinto la Ferrari a effettuare - giustamente - il pit stop, l'unico previsto nella gara. Poi, però, la Direzione Gara ha deciso di esporre la bandiera rossa e la tattica della Ferrari ha perso del tutto la sua efficacia. Da quel momento in poi la gara di Charles è stata tutta in salita, così come ha affermato lui stesso poco dopo la bandiera a scacchi.

"La gara è stata veramente buona, il passo era veramente buono. Poi c'è stata la Virtual Safety Car e ho pensato: 'ah, finalmente un po' di fortuna questa stagione!'. Tre giri dopo bandiera rossa... Perfetto... Abbiamo perso tre posizioni e poi ho fatto molta fatica con le Hard, a ogni ripartenza perdevo posizioni".

L'unico momento in cui Leclerc ha potuto sfruttare bene le proprie gomme è stato l'ultimo stint, dopo l'ultima ripartenza da fermo. A quel punto il ferrarista ha mostrato di avere un ottimo passo, tanto da recuperare diversi secondi sul compagno di squadra Carlos Sainz Jr e passarlo proprio nell'ultima parte della gara. Un duello fratricida ma corretto, come vuole il team e come spesso ha ripetuto Binotto.

"Nell'ultimo stint ho avuto un po' di giri liberi e ho provato a fare la differenza con il passo. Questa è una pista in cui è molto difficile sorpassare, ho provato a recuperare ma mi sono fermato al settimo posto. Oggi avevamo il passo per fare molto di più, il passo era ottimo. Non sono contento del risultato".

condividi
commenti
Podcast F1 | Chinchero: "La Direzione Gara ha perso la bussola"
Articolo precedente

Podcast F1 | Chinchero: "La Direzione Gara ha perso la bussola"

Articolo successivo

Sainz: "Senza l'errore in qualifica potevo finire in top 5"

Sainz: "Senza l'errore in qualifica potevo finire in top 5"
Carica i commenti