Formula 1
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso

F1: le Pirelli 2020 saranno provate nel corso delle Libere di Austin

condividi
commenti
F1: le Pirelli 2020 saranno provate nel corso delle Libere di Austin
Di:
12 ott 2019, 10:44

Nel corso della giornata del venerdì tutti i piloti dovranno utilizzare un set di gomme extra prodotto da Pirelli e fondamentale per la scelta degli pneumatici da utilizzare nei test di Abu Dhabi

Pirelli è pronta a definire la costruzione ed i compound delle gomme 2020 dopo una soddisfacente sessione di test tenuta la scorsa settimana a Barcellona.

L’azienda italiana produrrà un set extra di gomme nuove che dovrà essere provato da tutti i piloti in occasione del venerdì di libere del GP di Austin. In questo modo i team avranno tutte le informazioni necessarie per scegliere la combinazione di compound da che vorranno utilizzare in occasione della due giorni di test successivi al GP di Abu Dhabi.

Pirelli aveva richiesto una sessione extra di testa a Barcellona. Questo perché si voleva mettere alla prova gli pneumatici da deliberare per il 2020 su un tracciato severo con le gomme. I tre top team sono stati presenti in questa sessione. Sebastian Vettel, Alex Albon e Esteban Ocon hanno tutti effettuato una giornata di prove.

“Il test è andato molto bene ed abbiamo completato il programma prefissato con tutti e tre i team” ha dichiarato Mario Isola a Motorsport.com.

“Ovviamente si può avere un feedback da piloti esperi al volante o da piloti impegnati in ogni weekend di gara. Abbiamo provato soluzioni differenti e le abbiamo adottate su tutte e tre le vetture così da avere un riscontro da parte di ogni pilota”.

“Adesso abbiamo definito la nuova costruzione, e questo era uno degli obiettivi che ci eravamo prefissati con questo test. Abbiamo provato molti compounds differenti, bene o male tutti dal livello C1 al C4. Barcellona è una pista dove le mescole C1, C2 e C3 sono molto indicate, mentre la C4 è forse un po’ troppo aggressiva, ma è stato utile provarla per convalidare il nuovo compounds per la prossima stagione. Non abbiamo invece portata alcuna C5 perché a Barcellona è inutile”.

Pirelli deve adesso finalizzare la propria scelta prima di avere l’approvazione da parte della FIA e dovrà decidere in un range di cinque compounds.

“Stiamo analizzando i dati. Abbiamo avuto feedback da parte dei piloti, ma abbiamo anche la telemetria dei test. Adesso dovremo fare la nostra proposta alla FIA per l’omologazione”.

“Per quel che riguarda i compounds da omologare saranno cinque come in questa stagione, ma stiamo dobbiamo ancora decidere quali grazie ai dati ottenuti sia dall’ultimo test che dai precedenti”.

Ad ogni pilota verranno dati due set di gomme sperimentali per il 2020 da provare nel corso del venerdì di Austin, così da fornire una anteprima delle mescole del prossimo anno anche ai team che non hanno preso parte al test di Barcellona.

Isola ha proseguito: “Dobbiamo dare l’opportunità a tutti i team di provare almeno un compound 2020 in anticipo così da potersi fare un’idea e poter decidere quali gomme utilizzare ad Abu Dhabi”.

“Nel passato abbiamo dato 20 set di gomme ad ogni team e loro sono stati liberi di decidere quali gomme provare durante in test. Sono disponibili sia le mescole 2020 che quelle 2019. Noi dobbiamo solamente ricevere la loro richiesta e produrre le gomme”.

Articolo successivo
GP Giappone: ecco come i piloti passano il tempo

Articolo precedente

GP Giappone: ecco come i piloti passano il tempo

Articolo successivo

Regole 2021: a Suzuka le grandi manovre a motori spenti

Regole 2021: a Suzuka le grandi manovre a motori spenti
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Adam Cooper