F1: la terza serie di Drive to Survive su Netflix a marzo

La Formula 1 ha annunciato che il 19 marzo uscirà su Netflix la terza stagione di ‘Drive to Survive’, il documentario che riproporrà la stagione 2020 andata in scena in piena pandemia di COVID-19.

F1: la terza serie di Drive to Survive su Netflix a marzo

La produzione di Netflix è sempre stata presente ai GP nonostante le difficoltà che hanno fatto cominciare l'annata scorsa a luglio.

La Ferrari è stata seguita da vicino in occasione della gara di Monza, nella quale entrambe le SF1000 si sono ritirate, mentre ci sono approfondimenti su Nico Hulkenberg, che sostituì Sergio Perez a Silverstone.

Oltre all'annuncio di quella che è la terza edizione di ‘Drive to Survive’, che debuttò in TV nel 2019 svelando storie e retroscena del circus, c'è anche un breve video di presentazione della serie, la quale uscirà a 9 giorni dal GP del Bahrain che aprirà il 2021.

Un trailer della terza serie sarà pubblicato nelle prossime settimane, includendo anche le altre otto squadre che nel frattempo sveleranno le proprie monoposto con cui prenderanno parte ai tre giorni di test pre-stagionali in Bahrain.

E proprio la pista di Sakhir fu teatro del tremendo incidente di Romain Grosjean durante il GP di Sakhir, vinto dalla Racing Point di Perez, con George Russell che perse il successo con la Mercedea a causa di un errore al cambio gomme e di una foratura.

"Drive to Survive" è prodotto dal vincitore del premio Oscar, James Gay Rees, e Paul Martin per Box to Box Films.

"Questa è la stagione più drammatica fino ad oggi - si legge nella nota ufficiale - I fan saranno ancora una volta portati dietro le quinte, per vedere in prima persona come i piloti e le squadre si battono per la vittoria in un anno che è stato senza precedenti".

condividi
commenti
F1: Pietro Fittipaldi confermato tester e terzo pilota Haas
Articolo precedente

F1: Pietro Fittipaldi confermato tester e terzo pilota Haas

Articolo successivo

F1: ecco come è stato pensato il nuovo layout di Melbourne

F1: ecco come è stato pensato il nuovo layout di Melbourne
Carica i commenti