La Ferrari F138 ha... fame di aria in Bahrein

La Ferrari F138 ha... fame di aria in Bahrein

I tecnici del Cavallino hanno aperto delle feritoie nelle pance per evacuare meglio l

Ci sono gare in cui si cerca la massima efficienza aerodinamica chiudendo con lo scotch anche i possibili passaggi di aria fra due parti della carrozzeria e ci sono Gran Premi, invece, dove si preferisce perdere qualcosa dal punto di vista aerodinamico, potendo garantirsi, invece, l'affidabilità della meccanica. Il Bahrein rientra nel secondo caso: le alte temperature della pista di Sakhir, che si trova ai margini del deserto richiedono degli interventi per tenere sotto controllo le temperature funzionali delle monoposto. Nell'immagine si possono notare le "branchie" aggiuntive che sono comparse sulla Ferrari F138 fra il fondo e le pance, nella zona dietro ai radiatori. I regolamenti hanno vincolato la possibilità di aprire liberamente degli sfoghi di aria per evacuare l'aria calda dalle fiancate, per cui i tecnici ricorrono a tutte le possibilità che le norme gli lasciano, consapevoli che questi flussi vanno a "sporcare" l'andamento dei filetti d'aria che erano stati studiati in galleria del vento.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Brasile
Circuito Interlagos
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie