Pirelli pensa a gomme più conservative per il 2014?

condividi
commenti
Pirelli pensa a gomme più conservative per il 2014?
Di: Matteo Nugnes
04 dic 2013, 09:32

Restano immutate le richieste alla FIA di un numero di pit stop imposti e di un aumento dei test

Passano le settimane, ma per il momento continua a non esserci un contratto firmato tra la FIA e la Pirelli per la stagione 2014 del Mondiale di Formula 1. Il motivo è semplice e qualche giorno fa lo aveva spiegato chiaramente Marco Tronchetti Provera: l'azienda italiana ha chiesto delle garanzie precise alla Federazione prima di suggellare l'accordo. Anche di queste richieste si è già parlato più volte: la Pirelli vorrebbe un numero minimo di pit stop, dei test dedicati, ma anche la possibilità che le indicazioni sui valori limite di camber e pressioni siano legge. Tutto questo ha un po' rallentato l'iter relativo alla chiusura del contratto, anche se ormai dovremmo essere in dirittura d'arrivo. Rispetto a qualche giorno fa però è emersa una novità. Paul Hembery avrebbe detto piuttosto chiaramente alle squadre che l'idea per l'anno prossimo è di realizzare delle gomme più conservative per evitare di incappare in situazioni imbarazzanti come quella di Silverstone di quest'anno, che poi ha portato al passo indietro alle strutture del 2012 a stagione in corso. In questo senso però non è detto che tutto il male venga per nuocere: se dovessero esserci i due pit stop obbligatori, ma una gomma in grado di durare più di un terzo di gara, questo dovrebbe consentire alle squadre di continuare a giocare con le strategie, rendendo magari le gare più pepate. Intanto la Gazzetta dello Sport ha ipotizzato tre diverse soluzioni per quanto riguarda l'aumento dei test: la Pirelli vuole la riconferma di quelli di 1000 km da effettuare con una monoposto dell'anno prima. Si parla però anche di sessioni a stagione in corso, da effettuare con due team a rotazione, e di una giornata di test invernali dedicati esclusivamente alla raccolta di dati per le gomme. Il concetto per le ultime due tipologie di test sarebbe lo stesso dei tre giorni che andranno in scena in Bahrein dal 17 al 19 di questo mese, dove praticamente Ferrari, Red Bull e Mercedes affitteranno le loro monoposto alla Pirelli, non avendo accesso ai dati che verranno raccolti.
Prossimo articolo Formula 1
Ecclestone rinvia al 2015 il Gp del New Jersey

Previous article

Ecclestone rinvia al 2015 il Gp del New Jersey

Next article

Ufficiale: Nico Hulkenberg torna alla Force India

Ufficiale: Nico Hulkenberg torna alla Force India

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie