Pirelli non userà al Gp del Canada le gomme nuove

Pirelli non userà al Gp del Canada le gomme nuove

La Casa milanese le farà provare a tutti i team solo nelle prove libere del venerdì

La Pirelli non userà nel Gp del Canada le gomme "deliberate" dalla Mercedes nel test di Barcellona. La Casa milanese ha deciso di portare a Montreal le coperture modificate (più kevlar nei fili della struttura sul posteriore al posto dell'acciaio), ma di farle provare a tutte le squadre nelle prove libere per raccogliere informazioni, consigli e proposte da tutti i team. DUE TRENI NUOVI NELLE LIBERE Ci saranno due treni di coperture modificate a disposizione di ogni vettura per le due sessioni del venerdì, in modo da mettere tutti i partecipanti del mondiale sullo stesso piano. Gli interventi si erano resi necessari per due ragioni: i quattro pit stop visti nel Gp di Spagna avevano reso "illegibile" la gara snaturando la corsa e le delaminazioni delle coperture posteriori registrate a Sakhir e Barcellona. ABBASSARE LE TEMPERATURE L'intenzione dei tecnici diretti da Paul Hembery è quella di abbassare la temperatura di utilizzo di una decina di gradi, onde evitare il ripetersi del problema che si è visto in Calanunya. Sarà da capire in quale modo si potranno evitare i guai sul circuito intitolato a Gille Villeneuve, dal momento che nel week end di gara le coperture saranno ancora quelle con alto degrado e alta temperatura di funzionamento. UN PASSO INDIETRO La sensazione è che la Pirelli voglia restare un passo indietro rispetto alle furiose polemiche che sono esplose dopo che si è saputo al Gp di Monaco del test segreto di gomme svolto con la Mercedes proprio a Barcellona nei giorni successivi al Gp di Spagna. MERCEDES NON HA RISPETTO LE REGOLE F.1 La Casa milanese che è stata accusata di partiganeria dalla Red Bull Racing, ha ottemperato ad un contratto che il fornitore di gomme esclusivo ha siglato con la Federazione Internazionale, mentre è stata la Mercedes a non rispettare il regolamento sportivo della F.1 contravvenendo all'articolo 22 che vieta qualsiasi test nel corso della stagione con le vetture in uso nel campionato. TRIBUNALE DI APPELLO DELLA FIA Gli uomini Mercedes, però, si sentono in una botte di ferro e non temono di andare al Tribunale d'Appello della FIA dove la questione verrà discussa, dal momento che i commissari sportivi del Gp di Monaco hanno preferito lavarsene le mani con una decisione pilatesca che ha messo al sicuro il successo di Nico Rosberg nella gara del Principato. CHI ERA INFORMATO DELLA FIA? Stando alle indiscrezioni che filtrano dal paddock, gli uomini della Stella a tre punte si sarebbero consultati con alcuni esponenti della FIA prima di far girare a Barcellona la W04. Insomma "qualcuno" sapeva. E allora sarebbe interessante scoprire chi fosse a conoscenza del test e se questi aveva dato il suo assenso... A CHI RESTA IL CERINO IN MANO? La sensazione è che qualcuno finirà con il bruciarsi le dita con il cerino in mano. La posizione guardinga della Pirelli che non vuole "deliberare" per il Canada le coperture che aveva preparato, testimonia che ci sono delle forti pressioni e la Casa milanese che sta discutendo il rinnovo del contratto triennale non vuole scivolare su una "buccia di banana" nel momento cruciale di una trattativa che si è complicata molto negli ultimi giorni...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie