La Marussia non ha discusso il Patto della Concordia

condividi
commenti
La Marussia non ha discusso il Patto della Concordia
Di: Franco Nugnes
28 gen 2013, 08:34

Mentre Max Chilton fa il sedile per iniziare la stagione 2013, il team di Banbury non ha garanzie per il futuro?

Anche Max Chilton ha fatto il sedile della Marussia, prendendo contatto con la squadra di Banbury nel fine settimana dove ha fatto una visita approfondita della factory diretta da John Booth. Il quarto classificato della GP2 2012 si è assicurato il volante nel Circus perchè suo padre ha acquistato una quota di minoranza del team Marussia, in modo da garantire il salto di qualità al figlio. Max è molto ottimista che la squadra possa lasciare l'ultima fila dello schieramento dopo il ritiro della HRT, ma la prospettativa per la stagione è proprio quella di diventare il fanalino di coda dellla griglia di partenza. Chilton, invece, ritiene che l'adozione del KERS a l'inserimento di Pat Symonds, che ha scontato la squalifica per il Singaporegate, al coordinamento degli ingegneri dovrebbe consentire alla Marussia di mostrare un potenziale molto più elevato del 2012. "Stando alle confidenze dei tecnici la macchina sarà molto promettente e il KERS dovrebbe farci fare un salto in griglia di partenza - ammette il pilota britannico - anche perché Pat ha trovato una serie di cose interessanti...". Tanto entusiasmo non sembra giustificato anche per un debuttante in F.1: la Marussia, infatti, si trova di fronte ad una serie di problemi piuttosto seri. Ha dovuto appiedare Timo Glock, che aveva un contratto in validità, per liberare l'abitacolo ad un pilota pagante con la valigia piena di dollari, nella speranza di completare un budget che è ancora incerto. Non solo, ma c'è una minaccia ancora più grave: finora Bernie Ecclestone non avrebbe mai presentato al team un piano di rinnovo del Patto della Concordia. La sensazione, quindi, è che Mister E questa volta voglia perseguire la strada che da tempo indica Luca di Montezemolo, liquidando le squadre più piccole che non sanno stare al passo con l'evoluzione del Circus (è già successo con l'HRT), per offrire la terza macchina dei grandi costruttori a strutture interessate a gestire una monoposto in Formula 1. Il nodo andrà risolto in fretta, visto che la stagione 2013 inizierà senza la firma di un accordo che lanci la nuova Formula 1: in questa fase di transizione i top team si stanno proteggendo cercando di trovare un accordo con Ecclestone che li garantisca anche dal punto di vista economico, mentre le squadre più piccole si trovano in balia delle onde...
Prossimo articolo Formula 1
La Ferrari modifica la sospensione pull anteriore

Previous article

La Ferrari modifica la sospensione pull anteriore

Next article

Ecclestone chiude la porta del Circus al Nurburgring

Ecclestone chiude la porta del Circus al Nurburgring

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Max Chilton
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie