La Lotus spera di risalire dal terzo Gp dell'anno

La Lotus spera di risalire dal terzo Gp dell'anno

Chester: "Dipenderà dalla rapidità dei progressi che faremo insieme a Renault Sport"

La scorsa settimana, alla conclusione dei test in Bahrein, ha ammesso tutti i problemi della Lotus, ma questo non vuol dire che il direttore tecnico Nick Chester si sia già rassegnato ad una stagione da comprimario. Anzi, a distanza di pochi giorni, è tornato a parlare, dicendosi ottimista riguardo alle possibilità della E22 di cominciare ad essere competitiva fin dal terzo round stagionale, a patto che la Renault faccia un passo avanti importanti con la sua power unit. "Dipenderà molto dai progressi che faremo insieme a Renault Sport. Sappiamo già che le prime due gare saranno molto difficili. Sono convinto però che dalla terza gara saremo in una posizione migliore. Anche se, come detto, dipenderà dalla rapidità che avrà la Renault nella risoluzione dei problemi" ha detto. "Alla base di questi problemi non credo che ci sia una mancanza di comprensione della power unit Renault, quando una mancanza di esperienza. Abbiamo solo bisogno di più chilometraggio: il motore deve essere in grado di garantire la distanza di gara per comprendere anche quelli che potrebbero essere i problemi di affidabilità legati al telaio" ha aggiunto. Il problema sarebbe di scarsa comunicazione tra monoposto, vettura e sistemi e sta creando non pochi disagi ai piloti: "Credo che il nostro telaio non sia male, anche se abbiamo perso un po' di downforce. Il problema più grosso è farlo interagire nella maniera giusta con la power unit e con il sistema di recupero di energia. Al momento per i nostri piloti è molto difficile predire il comportamento con cui la vettura entrerà in curva, perchè cambia ogni volta, quindi questo gli fa perdere molto tempo, perchè devono essere prudenti".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Pastor Maldonado , Romain Grosjean
Articolo di tipo Ultime notizie