Alonso: "Le gare non cambieranno molto"

La gestione del carburante e dei sistemi non sembra preoccupare particolarmente il pilota della Ferrari

Alonso:
La Formula 1 è cambiata tanto a cavallo tra il 2013 ed il 2014: sono tornati i motori turbo, c'è una maggiore influenza dell'elettronica e probabilmente l'aerodinamica non è più un aspetto centrale come in passato. Tutte cose che sicuramente avranno un loro peso per squadre e piloti, ma che secondo Fernando Alonso non cambieranno più di tanto lo spettacolo offerto ai tifosi. "Non credo che ci sarà una grande differenza rispetto agli anni precedenti, per esempio rispetto a quando è arrivata la Pirelli in Formula 1. In quel caso dovevamo gestire il consumo delle gomme, ora dovremo fare la stessa cosa con le batterie e con il carburante, ma sarà la stessa cosa per tutti" ha spiegato Fernando durante un evento organizzato dalla Shell a Melbourne. "Sarà difficile dalle tribune o dalla televisione capire se stiamo spingendo al massimo o se stiamo gestendo, girando due o tre decimi più piano. Se rallentiamo di tre decimi al giro, davanti ad una tribuna la differenza sarebbe davvero minima, quindi bisognerebbe essere più che esperti per rendersene conto" ha aggiunto. "L'accelerazione e la coppia che arrivano dalla power unit sono leggermente diverse, anche il cambio va utilizzato in un'altra maniera e bisogna cercare di sfruttare al massimo tutti i nuovi sistemi integrati nelle monoposto. Quindi siamo ancora un po' tutti in una fase di apprendimento. Ma parliamo sempre di corse, quindi quando si spegnerà il semaforo non cambierà molto in termini di adrenalina, sorpassi, strategia e via discorrendo" ha concluso il ferrarista. Avrà ragione il due volte campione del mondo? Ormai mancano davvero poche ore per toccare con mano questa nuova Formula 1 e scoprirlo...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie