La FIA conferma il taglio delle comunicazioni radio

La FIA conferma il taglio delle comunicazioni radio

In una nota inviata ai team Charlie Whiting ha spiegato che il muretto non potrà più dare consigli prestazionali

La FIA ha confermato ufficialmente che a partire dal Gp di Singapore saranno vietate le comunicazioni radio volte ad aiutare le prestazioni del pilota o della vettura. Questa mattina, infatti, Charlie Whiting ha mandato una nota alle squadre per chiarire quali tipi di comunicazioni saranno tollerati ed altri no.

Per fare un esempio di attualità, spesso sentiamo i piloti della Mercedes che nei loro team radio chiedono agli ingegneri in quali punti è più veloce il loro compagno di squadra. Questo è esattamente il genere di comunicazione che d'ora in avanti sarà vietato.

Come vi avevamo già anticipato ieri, non si tratta comunque dell'introduzione di una nuova norma, quanto dell'invito a rispettare alla lettera l'articolo 20.1 del regolamento sportivo: "Il pilota deve guidare la monoposto da solo e senza aiuti".

La comunicazione inviata alle squadre recita: "Per garantire il rispetto dell'articolo 20.1 del regolamento sportivo, la FIA intende farlo rispettare più rigidamente con effetto immediato. Dunque, le conversazioni radio tra il muretto ed i piloti non potranno più includere informazioni relative alle performance dei piloti o della vettura. La FIA inoltre ricorda che la trasmissione di dati dal muretto alla vettura è specificamente proibita dall'articolo 8.5.2 del regolamento tecnico".

Questo vuol dire che le comunicazioni potranno avere come argomento solamente le scelte strategiche ed anche le questioni di sicurezza.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie