L'Unione Europea chiede di non andare in Russia?

L'Unione Europea chiede di non andare in Russia?

Lo ipotizza il Financial Times, ma Ecclestone ribadisce ancora che c'è un contratto e quindi la gara si farà

Nonostante tutte le smentite del caso, la crisi dell'Ucraina ed il clima di guerra che si respira intorno ad essa, potrebbe ancora portare alla cancellazione del Gp di Russia di Formula 1. Stando a quanto riferisce il Financial Times, l'Unione Europea potrebbe decidere di prendere nuovi provvedimenti nei confronti della Russia e del comportamento ritenuto spregiudicato da parte di Vladimir Putin.

Tra queste si starebbe valutando la possibilità di raccomandare la sospensione di tutti gli eventi di alto profilo culturale, economico e sportivo che si dovrebbero tenere in Russia. Tra questi quindi c'è sicuramente anche la gara di Sochi, la prima del Circus in questa nazione.

Tuttavia, lo stesso autore dell'articolo sottolinea come difficilmente si arriverà ad una soluzione tanto drastica, perché c'è il timore di arrivare ad innescare un clima di guerra fredda tra i russi ed il resto dell'Europa, che gode anche dell'appoggio degli Stati Uniti, soprattutto ora che Putin ha dato un segnale di apertura al dialogo con il presidente ucraino.

Del resto, anche Bernie Ecclestone sembra proprio non voler sentire ragioni per non andare a Sochi: "Abbiamo un contratto ed io rispetto i contratti. Quindi andremo anche lì" ha detto al giornale svizzero Blick.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie