F1 | Jeddah, Libere 1: Hamilton svetta, Verstappen è vicinissimo

Hamilton si porta in testa alla prima sessione di prove libere del GP dell'Arabia Saudita. Il campione del mondo con la Mercedes ha preceduto Verstappen secondo con la Red Bull a soli 56 millesimi dalla W12. Bottas è terzo a un paio di decimi. Ottimo quarto è Gasly con l'AlphaTauri davanti a uno strepitoso Giovinazzi con l'Alfa Romeo. L'italiano si è installato davanti alle due Ferrari di Sainz e Leclerc.

F1 | Jeddah, Libere 1: Hamilton svetta, Verstappen è vicinissimo

Lewis Hamilton è stato l'unico pilota a sfondare il muro dell'1'30" nella prima sessione di prove libere nel GP d'Arabia Saudita, penultima prova del mondiale di F1. L'inglese con le gomme soft è arrivato a 1'29"786 sulla pista cittadina di Jeddah che ha mostrato un asfalto con molto più grip del previsto, nonostante il fondo ancora sporco di un impianto finito poche ore prima.

Il tracciato molto veloce e temibile è stato preso con molta circospezione dai piloti preoccupati per le numerose curve cieche che possono essere pericolose in caso di traffico: il debutto in Arabia Saudita propone subito i due contendenti del mondiale. Max Verstappen con la Red Bull ha rinunciato alla mini simulazione di gara per fare un ultimo tentativo di giro secco con le soft, per portarsi a soli 56 millesimi dal leader Hamilton.

L'olandese il tempo precedente lo aveva siglato con le gomme hard (molto adatte a questo tracciato), mentre non aveva migliorato nel primo run con le rosse, segno che era necessario scaricare un po' la RB16B per aumentare la scorrevolezza. E così Valtteri Bottas che si era messo nella scia di Lewis, è stato scavalcato nel finale da Max deciso più che mai a non perdere le tracce del rivale iridato.

Gli altri sono staccati. Sergio Perez è disperso con l'altra Red Bull: il messicano ha concluso la sessione fuori dai primi 10: è 11esimo a oltre un secondo dal suo capitano. Va detto che Perez ha svolto un lavoro diverso da Verstappen, girando con molta benzina a bordo e lavorando, quindi, in funzione della corsa.

Molto positiva la prestazione di Pierre Gasly che colloca l'AlphaTauri al quarto posto con un tempo di 1'30"263 che la dice lunga su chi potrebbe essere d'aiuto a Verstappen. Strepitosa è la quinta piazza di Antonio Giovinazzi: l'italiano è quinto con un'Alfa Romeo che ha Kimi Raikkonen al 16esimo posto. Il pugliese si è esaltato sul cittadino di Jeddah, confermando il suo talento cristallino: Antonio si è tolto il gusto di stare davanti alle due Ferrari e già questo dice tutto.

Giovinazzi in uscita dalla F1 per la FE vuole lasciare qualche rimorso a chi lo ha messo fuori. Le due Ferrari sono sesta e settima con Charles Leclerc davanti di 36 millesimi a Charles Leclerc. Le rosse sono a sette decimi dalla vetta, ma l'approccio non sembra male con una pista che non sembra adattarsi alle caratteristiche della SF21.

La Scuderia, comunque, è davanti alle McLaren: Daniel Ricciardo è ottavo con la migliore MCL35 M, mentre Lando Norris non è andato oltre un abulico 13esimo posto dopo aver rovinato un fondo su un cordolo alto.

Fernando Alonso è nono con l'Alpine seguito da Sebastian Vettel con l'Aston Martin. Esteban Ocon è 12esimo con la A521: il francese si è meritato una inquadratura tv quando si è spostato tardi per far passare Verstappen e l'"amico" Max lo ha poi accompagnato nella via di fuga. Un piccola incomprensione che ricorda vecchie ruggini.

Lance Stroll è 14esimo con l'Aston Martin e precede Yuki Tsunoda con la AT02 di Faenza. George Russell è17esimo con la Williams: l'inglese ha dedicato il casco a Sir Frank Williams scomparso in questi giorni. Mick Schumacher si è infilato con la Haas fra le due FW43B, lasciando Nicholas Latifi davanti a Nikita Mazepin: il russo ha beccato 1"6 da Mick, segno che non ha ancora digerito la pista.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 21 1'29.786 247.548
2 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 23 1'29.842 0.056 0.056 247.394
3 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 24 1'30.009 0.223 0.167 246.935
4 France Pierre Gasly
AlphaTauri 28 1'30.263 0.477 0.254 246.240
5 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 27 1'30.318 0.532 0.055 246.090
6 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 26 1'30.564 0.778 0.246 245.422
7 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 26 1'30.600 0.814 0.036 245.324
8 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 25 1'30.608 0.822 0.008 245.302
9 Spain Fernando Alonso
Alpine 27 1'30.842 1.056 0.234 244.670
10 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 25 1'30.886 1.100 0.044 244.552
11 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 27 1'30.960 1.174 0.074 244.353
12 France Esteban Ocon
Alpine 29 1'31.023 1.237 0.063 244.184
13 United Kingdom Lando Norris
McLaren 23 1'31.029 1.243 0.006 244.168
14 Canada Lance Stroll
Aston Martin 25 1'31.044 1.258 0.015 244.128
15 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 26 1'31.099 1.313 0.055 243.980
16 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 26 1'31.296 1.510 0.197 243.454
17 United Kingdom George Russell
Williams 28 1'31.343 1.557 0.047 243.328
18 Germany Mick Schumacher
Haas 24 1'31.525 1.739 0.182 242.845
19 Canada Nicholas Latifi
Williams 27 1'31.821 2.035 0.296 242.062
20 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 23 1'33.464 3.678 1.643 237.807
condividi
commenti
F1 | Alpine con una livrea speciale Castrol in Arabia Saudita
Articolo precedente

F1 | Alpine con una livrea speciale Castrol in Arabia Saudita

Articolo successivo

F1 | Pirelli, ecco le cause dei degonfiamenti gomme al GP del Qatar

F1 | Pirelli, ecco le cause dei degonfiamenti gomme al GP del Qatar
Carica i commenti