Todt: "Pronti a cambiare su rumore e consumi"

Il presidente della FIA è intevenuto al TG1, chiedendo però anche di avere calma per evitare interventi avventati

Todt:
"Ci vuole calma prima di reagire. C'è in giro una emotività esagerata". E' questa la convinzione di Jean Todt riguardo alle tante critiche piovute sulla Formula 1 nei giorni successivi alla gara di apertura della stagione, ritenuta dai più noiosa a causa dell'eccessiva gestione dei consumi e del poco rumore dei nuovi motori V6 turbo. In un'intervista rilasciata al TG1, il presidente della FIA ha chiarito poi qual è la sua visione legata al discorso dei consumi: "Non voglio una Formula 1 economy run. Il livello di benzina consentita, 100 kg/h, è stato proposto dai team partecipanti. Se vogliono 110 kg/h, per me non è un problema". Anche per quanto riguarda il rombo dei motori sembra essere sulla stessa linea: "Se il problema è il rombo, troveremo il modo di rendere le monoposto più rumorose". Non poteva mancare poi una risposta a Luca Cordero di Montezemolo, che la scorsa settimana ha chiesto alla FIA di vigilare contro le eventuali furbate rese possibili dal nuovo regolamento: "Uno dei ruoli della FIA è proprio quello di vigilare" ha detto in riferimento alle richieste del presidente della Ferrari. Infine, c'è anche un accenno all'amico Michael Schumacher, ancora ricoverato in coma all'ospedale di Grenoble dopo un incidente avvenuto sugli sci a Meribel lo scorso 29 dicembre: "Il suo è stato un incidente crudele, davvero un incubo. Ci penso ogni giorno, tante volte al giorno. Ma lui è un combattente e ne uscirà".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie