Jalinier: "La Mercedes ha investito di più nel motore"

Secondo l'ex presidente di Renault Sport F1 c'è stata un'enorme differenza di risorse con Ferrari e Renault

Jalinier:

Jean-Michel Jalinier è l’uomo che ha pagato l’avvio deludente della power unit Renault F1 Energy. L’ex presidente di Renault Sport F1 all’inizio dell’estate ha lasciato il ruolo di vertice. Il manager transalpino ha deciso di rompere il silenzio con la rivista transalpina Auto Hebdo per disegnare uno scenario sul dominio della Mercedes nel mondiale di F.1 caratterizzato dai nuovi regolamenti.

E l’analisi di Jaliner porta a evidenziare un approccio troppo convenzionale alle nuove regole, mentre la Mercedes è stata molto aggressiva nell’interpretazione delle norme...
"Siccome Ferrari e Renault stanno ottenendo risultati molto simili, mentre la Mercedes dimostra un notevole vantaggio, la prima cosa da guardare è quale è stata la portata degli investimenti. Alla Renault le risorse sono rimaste sostanzialmente le stesse, mentre la Mercedes ha sollevato di molto l’asticella, investendo un sacco di soldi, risorse e tecnologie. Il risultato è che si sono preparati molto meglio di noi e degli italiani che hanno continuato a operare con investimenti conosciuti, in linea con le solite risorse del paddock".

Jalinier ricorda le voci invernali quando già si sosteneva che i propulsori della Stella a tre punte sarebbero stati i più potenti…
“Non c’erano ancore stati i primi test a Jerez e già si sentiva parlare di V6 turbo Mercedes con molti più cavalli. Non era voci: la Mercedes si è permessa un investimento enorme per questo progetto, mentre Ferrari e noi abbiamo speso molto, ma molto di meno”.

Ha un dato per rendere credibile ciò che dice?
"Beh è semplice: a Viry Chatillon ci sono 320 persone che lavorano sui motori, mentre in Mercedes ne sono state impiegate 1.250, telaio compreso. Con queste risorse, è ovvio che non si siano limitati a sviluppare una sola soluzione scopo, ma hanno potuto vagliarne due o tre in parallelo. E questa forza si riflette anche nella fase di sviluppo che permette di raggiungere la soluzione giusta prima degli altri".

La Renault è stata pesantemente criticata dalla Red Bull Racing per l’inadeguatezza della power unit:
"In realtà abbiamo cercato di andare incontro alle diverse esigenze di installazione delle squadre, visto che Red Bull e Lotus hanno seguito strade diverse. La Mercedes, invece, ha sviluppato il miglior pacchetto possibile per la squadra ufficiale costringendo i clienti a seguire le sue indicazioni”.

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie