F1, Istanbul, Libere 2: c'è Leclerc dietro a Verstappen!

Anche il secondo turno di prove libere del GP della Turchia ha dato indicazione insolite: su una pista con poco grip, per l'asfalto nuovo che rilascia olio, il più veloce è stato Verstappen con la Red Bull seguito da Leclerc con la Ferrari che si è messo davanti alle due Mercedes di Bottas e Hamilton.

F1, Istanbul, Libere 2: c'è Leclerc dietro a Verstappen!

La mancanza di grip del nuovo asfalto dell'Istanbul Park sta rimescolando le carte dei valori nella seconda sessione di prove libere del GP della Turchia. Il turno del pomeriggio è un po' più rappresentativo nel confronto di quello inutile del mattino, visto che gli organizzatori avevano pensato di togliere l'olio che filtrava dal manto nuovo con l'acqua pressurizzata. Le monoposto sembravano sul ghiaccio, ottenendo prestazioni peggiori rispetto a quelle che si sarebbero ottenute con il bagnato.

L'asfalto ha meno grip del previsto ed è perfettamente levigato, per cui la Pirelli aveva scelto le tre mescole più dure della sua gamma (C1,C2, C3), mentre avrebbe potuto osare delle soluzioni più morbide. In queste condizioni difficili si esalta Max Verstappen che con le gomme soft è arrivato a 1'28"330. L'olandese ha fatto il vuoto alle sue spalle, lasciando Charles Leclerc a 401 millesimi con la Ferrari.

La Red Bull ha confermato anche al pomeriggio scaldato da un pallido sole la supremazia del mattino, rivelando anche un ottimo passo nel long run che proietta Verstappen come sfidante delle Mercedes: in modo inusuale la squadra di Milton Keynes ha puntato su un assetto aerodinamico più carico del solito.

Alle spalle della RB16 è spuntata un po' a sorpresa la Ferrari SF1000 che sembra difendersi nelle condizioni di poco grip, quasi che il drag e la minore potenza possano non essere un limite. Ma non illudiamoci che le cose possa restare così quando il fondo andrà gommandosi e i tempi scenderanno, permettendo ai piloti di scaricare un po' le ali. Sta di fatto che Leclerc ha ottenuto anche la migliore prestazione con il pieno.

Sebastian Vettel è ottavo, ma la prestazione l'ha ottenuta quando la pista era ancora in fase di miglioramento per cui la sua posizione è poco realistica. Il tedesco ha effettuato il long run con la media facendo la simualzione più lunga, mentre Leclerc si è dedicato alle soft per differenziare il lavoro e raccogliere dati, ma la squadra di Maranello ha destato una sensazione molto positiva.

Il fatto che le due Mercedes siano dietro alla Rossa qualcosa vuol dire: Valtteri Bottas con 1'28"905 è a un decimo da Charles, mentre Hamilton è più lontano, ma il campione del mondo non si è dedicato a cercare il giro secco, quanto ha preferito lavorare in funzione della gara.

Alexander Albon, che ha primeggiato nella prima mezz'ora del turno, è quinto con la seconda Red Bull, davanti alla coppia dell'Alpha Tauri con Daniil Kvyat davanti a Pierre Gasly, ciascuno separato di tre decimi da chi lo segue.

Dietro a Vetteò ottavo c'è Lance Stroll che sembra in ripresa con la Racing Point dopo un'Imola opaca. Il canadese ha fatto meglio di Sergio Perez 11esimo: fra i due si è infilato Lando Norris con la migliore McLaren decima.

Da segnalare la prestazione di Antonio Giovinazzi 12esimo con l'Alfa Romeo dietro alla Renault di Esteban Ocon, mentre Kimi Raikkonen è stato più falloso con la C39 e non è andato oltre il 16esimo posto alle spalle di Daniel Ricciardo.

George Russell ha avuto il merito di portare la Williams alla 17esima piazza davanti ai due della Haas, Romain Grosjean e Kevin Magnussen, mentre il gruppo lo chiude Nicholas Latifi con la seconda FW43.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 37 1'28.330 217.556
2 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 45 1'28.731 0.401 0.401 216.573
3 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 43 1'28.905 0.575 0.174 216.149
4 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 39 1'29.180 0.850 0.275 215.483
5 Thailand Alexander Albon
Red Bull 42 1'29.363 1.033 0.183 215.042
6 Russian Federation Daniil Kvyat
AlphaTauri 43 1'29.689 1.359 0.326 214.260
7 France Pierre Gasly
AlphaTauri 43 1'29.944 1.614 0.255 213.652
8 Germany Sebastian Vettel
Ferrari 41 1'30.022 1.692 0.078 213.467
9 Canada Lance Stroll
Racing Point 38 1'30.297 1.967 0.275 212.817
10 United Kingdom Lando Norris
McLaren 39 1'30.907 2.577 0.610 211.389
11 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Racing Point 38 1'31.104 2.774 0.197 210.932
12 France Esteban Ocon
Renault 36 1'31.380 3.050 0.276 210.295
13 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 39 1'31.493 3.163 0.113 210.035
14 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
McLaren 40 1'31.498 3.168 0.005 210.024
15 Australia Daniel Ricciardo
Renault 35 1'31.660 3.330 0.162 209.653
16 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 43 1'31.932 3.602 0.272 209.032
17 United Kingdom George Russell
Williams 39 1'32.302 3.972 0.370 208.194
18 France Romain Grosjean
Haas 33 1'32.570 4.240 0.268 207.592
19 Denmark Kevin Magnussen
Haas 37 1'32.807 4.477 0.237 207.061
20 Canada Nicholas Latifi
Williams 40 1'33.488 5.158 0.681 205.553
condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio della Turchia: Libere 2

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio della Turchia: Libere 2

Articolo successivo

Verstappen: "L'asfalto? Anche peggio che a Portimao"

Verstappen: "L'asfalto? Anche peggio che a Portimao"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Turchia
Sotto-evento Prove Libere 2
Location Istanbul Park
Team Ferrari Races , Red Bull Racing , Mercedes
Autore Franco Nugnes