Giallo Gasly: ecco perché rischia la partenza dalla pit lane

Il team di Faenza aveva chiesto di cambiare la power unit Honda sulla monoposto del francese per poi tornare sui propri passi al mattino. Pierre rischia di scattare dalla pit lane per questa irregolarità.

Giallo Gasly: ecco perché rischia la partenza dalla pit lane

Pierre Gasly rischia di dover prendere il via del GP di Turchia dalla pit lane per una presunta violazione delle regole del parco chiuso.

Il pilota dell’AlphaTauri ha concluso la sessione di qualifiche del sabato con un deludente quindicesimo tempo, ma grazie alle penalità inflitte a Norris e Sainz è riuscito a guadagnare due posizioni sulla griglia di partenza.

Da quanto appreso, il team faentino per ragioni tattiche aveva deciso di cambiare l’intera power unit sulla monoposto di Gasly facendo così scattare Pierre dal fondo dello schieramento e consentire al vincitore del GP di Monza di completare la stagione senza altre penalità.

Il team aveva richiesto la possibilità di compiere questa sostituzione subito dopo l’annuncio della penalità inflitta a Sainz ma prima di conoscere quella comminata a Norris, ed aveva ricevuto l’ok da parte del delegato tecnico Jo Bauer.

Solitamente, in regime di parco chiuso, è possibile effettuare un cambiamento soltanto se il team può dimostrare che questo è dovuto per motivi tecnici e se il pezzo di ricambio è della stessa specifica.

Al sabato sera i meccanici della AlphaTauri hanno iniziato a lavorare per la sostituzione della power unit, ma questa mattina il team ha informato Jo Bauer di non voler più procedere al cambio del propulsore.

Il delegato tecnico ha così fatto notare ai commissari come la richiesta del team di Faenza fosse motivata da ragioni strategiche più che tecniche, ed analogamente ha sottolineato come il retrotreno della vettura fosse già separato dal resto della monoposto impedendo di fatto alla FIA di verificare se fossero state apportate delle modifiche ulteriori.

Nel suo report Bauer ha scritto: “Ieri il team Scuderia AlphaTauri Honda ha richiesto di cambiare tutti gli elementi della power unit sulla vettura numero 10 con nuovi elementi. Questa richiesta è stata approvata alle 18:55 del 14 settembre 2020, a seguito di una istanza scritta proveniente dal team interessato in conformità con l'articolo 34.2 del Regolamento Sportivo”.

“La squadra ha iniziato a smontare la vettura e la stessa è stata posta sui cavalletti per tutta la notte a causa del lavoro già svolto (cambio rimosso, ICE rimossa, radiatori rimossi ecc). Questa mattina la squadra ha ritirato la richiesta e questo permette di ipotizzare che la domanda di sostituzione sia stata presentata per motivi strategici e non tecnici.

“Ancora più importante, la vettura è già stata smontata ed è quindi impossibile per i commissari verificare che nessuna modica alla vettura sia stata effettuata smontando e rimontato gli elementi originali. Per i motivi sopra citati rimando la questione ai commissari sportivi per la loro considerazione”.

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
1/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
2/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
4/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
5/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
6/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Testacoda di Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Testacoda di Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
7/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
8/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
9/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
10/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
11/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
12/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
13/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
14/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
15/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, e Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
16/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, esce dal garage
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, esce dal garage
17/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01, Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
19/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Fuori pista di Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Fuori pista di Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
21/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
Pierre Gasly, AlphaTauri AT01
22/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

condividi
commenti
Racing Point: marciapiede tagliato nella paratia laterale
Articolo precedente

Racing Point: marciapiede tagliato nella paratia laterale

Articolo successivo

LIVE Formula 1, Gran Premio della Turchia: Gara

LIVE Formula 1, Gran Premio della Turchia: Gara
Carica i commenti