Isola parteciperà al Driver Briefing per chiarire il caso gomme

A seguito di una lettera della GPDA che chiedeva garanzie di sicurezza sulle gomme, il responsabile quattro ruote di Pirelli Motorsport, avrà modo di spiegare ai piloti i dati emersi dall'inchiesta sui fatti accaduti a Baku per fare chiarezza. Giusto che i driver siano informati visto che sono loro quelli che rischiano.

Isola parteciperà al Driver Briefing per chiarire il caso gomme

Max Verstappen ha sparato a zero. Lewis Hamilton ha difeso il lavoro della Pirelli. Anche sulle gomme è sfida mondiale fra Red Bull e Mercedes, per cui i pareri opposti dei due contenenti al titolo non è credibile, fortemente condizionato dalle rispettive squadre.

Però non si può negare che ci sia la preoccupazione dei piloti che hanno scritto a Formula 1 una lettera chiedendo chiarimenti sulla sicurezza delle gomme attraverso la GPDA, l’associazione che li rappresenta. Sono alcuni team che scendono sotto i limiti di pressione prescritti dalla Pirelli, oppure in certe condizioni si manifestano situazioni di pericolo?

I comunicati pubblicati sono scritti in politichese per proteggere tutte le parti in commedia da possibili cause legali (che ciascun protagonista della storia vuole evitare), ma i piloti che sono le possibili vittime di questo dualismo vogliono vederci chiaro, visto che chi rischia sulle monoposto sono loro.

Il promotore del campionato voleva organizzare ieri un incontro dei piloti con i responsabili Pirelli, ma è stato praticamente impossibile coordinare le agende per fissare un orario, per cui Mario Isola è stato invitato a partecipare al Driver briefing che si terrà alle 18,30 alla presenza del direttore di gara, Michael Masi.

L’appuntamento sarà una valida occasione per chiarire i fatti di Baku dopo che saranno state effettuate le due sessioni di prove libere.

Pirelli per il GP di Francia ha deciso di alzare la pressione delle gomme a 22 PSI all’anteriore e 22,5 PSI al posteriore, mentre l’angolo massimo di camber anteriore è di 3,5 gradi mentre al posteriore non può superare i 2 gradi.

Sarà interessante quali saranno le reazioni dei piloti dopo il meeting…

condividi
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio di Francia: Libere 1

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio di Francia: Libere 1

Articolo successivo

F1, Paul Ricard, Libere 1: tornano le Mercedes con Bottas

F1, Paul Ricard, Libere 1: tornano le Mercedes con Bottas
Carica i commenti