F1, Interlagos, Libere 1: Verstappen davanti, ma Vettel e Hamilton sono attaccati

condividi
commenti
F1, Interlagos, Libere 1: Verstappen davanti, ma Vettel e Hamilton sono attaccati
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
09 nov 2018, 14:45

Nella prima sessione di prove libere Verstappen con la Red Bull precede di pochi millesimi sia la Ferrari di Vettel che la Mercedes di Hamilton. Più staccato Ricciardo, quarto, davanti a Raikkonen che paga mezzo secondo ma con le gomme Soft. Problemi per Bottas.

Sarà che anche il circuito di Interlagos si trova un po' in altura (786 metri rispetto ai 2.304 metri di Città del Messico), per cui il motore Renault dovrebbe avere meno problemi di "respirazione", fatto sta che Max Verstappen è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del GP del Brasile. Con la Red Bull RB14 l'olandese è arrivato a 1'09"011 con le gomme Supersoft, le più morbide fra quelle scelte dalla Pirelli per il penultimo appuntamento della stagione, confermando il suo momento positivo che segue la vittoria in Messico, arrivando subito a meno di sette decimi dal record della pista.

Max è riuscito a tenersi dietro Sebastian Vettel di un soffio: è proprio il caso dirlo visto che la Ferrari del tedesco è rimasta staccata di appena 49 millesimi di secondo, mentre Lewis Hamilton è terzo con la Mercedes a 96 millesimi. Il turno di apertura della gara brasiliana ci consegna un sostanziale equilibrio fra i tre top team. La sensazione è che la squadra del Cavallino abbia lavorato molto alla raccolta dei dati con una macchina strumentata per portare a casa informazioni utili per lo sviluppo della Rossa del prossimo anno.

Lewis Hamilton è arrivato facilmente a cogliere una buona prestazione con la freccia d'argento, ma la W09 è parsa molto nervosa, mostrando più di un bloccaggio in fase di frenata. Anche con le Supersoft il pentacampione ha preferito effettuare due giri di lancio nel tentativo di portare in temperatura gli pneumatici, ma la Mercedes è sembrata ancora in difficoltà nella messa a punto pagando anche uno spiattellamento e evidenti segni di blistering sulle gomme.

Se i primi tre sono molto raccolti, i secondi dei top team sono più staccati. Daniel Ricciardo, che pagherà cinque posizioni sulla griglia per la sostituzione del turbo sul motore Renault, ha rimediato un distacco di 384 millesimi dal suo compagno di squadra. L'australiano, però, si è messo in mostra nel breve long run a fine sessione, quando ha mostrato il passo migliore, confermando che la Red Bull sarà un osso duro per tutti anche a Interlagos. Da segnalare che in un rientro ai box Ricciardo è arrivato leggermente lungo alla sua piazzuola, "sfiorando" un meccanico che non si è fatto niente. Il pilota si è subito scusato con la squadra.

Nonostante il quinto posto è da giudicare positivamente la prestazione di Kimi Raikkonen che a lasciato 562 millesimi a Vestappen, ma il finlandese ha girato con le gomme Soft, per cui il passo di Iceman a parità di pneumatici sarebbe in linea con quello dei primi. Va detto che le due Rosse sono rimaste ferme a lungo per i meccanici che hanno smontato i due fondi per fare delle comparazioni e togliere dei sensori di altezza.

Problemi per Valtteri Bottas che con 1'09"679 lascia oltre sei decimi dalla vetta: il nordico ha accusato una perdita d'olio dalla sua power unit, ma poi i meccanici sono riusciti a salvare il motore tant'è che Valtteri ha potuto tornare in pista prima della bandiera a scacchi.

Romain Grosjean è il primo degli altri: il francese riporta alla ribalta la Haas dopo aver perso l'appello a Parigi per il fondo contestato. Il transalpino ha bene impressionato limitando il distacco a meno di un secondo, mentre il compagno di squadra è ottavo ma tre decimi più lontano.

Bene anche Charles Leclerc nono con la Sauber, davanti a Estebn Ocon con la Force India. Il monegasco ha lasciato a tre decimi Antonio Giovinazzi con la C37 lasciata libera da Marcus Ericsson. Fra i collaudatori da segnalare anche Lando Norris 16esimo con la McLaren che ha fatto meglio di un demotivato Stoffel Vandoorne solo 19esimo, davanti a Nicholas Latifi, ultimo con la VJM11 di Sergio Perez.

Non hanno brillato le due Renault alle prese con un forte sottosterzo, così Carlos Sainz è 11esimo e Nico Hulkenberg è 12esimo: i due sono stati separati solo da 15 millesimi di secondo. 

 
Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 16 1'09.011     224.781
2 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 20 1'09.060 0.049 0.049 224.622
3 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 28 1'09.107 0.096 0.047 224.469
4 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 23 1'09.395 0.384 0.288 223.537
5 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 28 1'09.573 0.562 0.178 222.965
6 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 23 1'09.679 0.668 0.106 222.626
7 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 28 1'09.922 0.911 0.243 221.852
8 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 15 1'10.236 1.225 0.314 220.861
9 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 28 1'10.346 1.335 0.110 220.515
10 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 34 1'10.361 1.350 0.015 220.468
11 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 34 1'10.662 1.651 0.301 219.529
12 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 34 1'10.679 1.668 0.017 219.476
13 36 Italy Antonio Giovinazzi  Sauber Ferrari 29 1'10.685 1.674 0.006 219.458
14 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 30 1'10.799 1.788 0.114 219.104
15 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 30 1'10.934 1.923 0.135 218.687
16 47 United Kingdom Lando Norris  McLaren Renault 28 1'11.013 2.002 0.079 218.444
17 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 30 1'11.037 2.026 0.024 218.370
18 28 New Zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Honda 32 1'11.176 2.165 0.139 217.944
19 2 Belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Renault 23 1'11.452 2.441 0.276 217.102
20 34 Canada Nicholas Latifi  Force India Mercedes 34 1'11.493 2.482 0.041 216.977
Articolo successivo
GP del Brasile LIVE, Prove Libere 1

Articolo precedente

GP del Brasile LIVE, Prove Libere 1

Articolo successivo

Nel 2019 Pietro Fittipaldi sarà il tester del team Haas F1. Farà il suo esordio nei test a Yas Marina

Nel 2019 Pietro Fittipaldi sarà il tester del team Haas F1. Farà il suo esordio nei test a Yas Marina
Carica i commenti