India, Libere 2: Vettel si conferma l'uomo da battere

India, Libere 2: Vettel si conferma l'uomo da battere

Ennesima doppietta Red Bull con a seguire la Lotus di Grosjean. Alonso chiude quinto

Le due Red Bull si sono confermate davanti a tutti anche nella seconda sessione di prove libere del Gp dell'India, dimostrando di aver trovato subito un grande feeling con il Buddh International Circuit, tracciato che si trova alle porte di Nuova Delhi. Proprio come nel turno di stamani, è stato Sebastian Vettel a far segnare la miglior prestazione: il leader del Mondiale, che questo fine settimana ha grandi chance di festeggiare il suo quarto titolo iridato, è sceso fino ad un crono di 1'25"722 quando ha montato le gomme a mescola morbida (il divario con le medie sembra essere di circa un secondo). Con questa performance il tedesco ha distanziato di 289 millesimi il compagno di squadra Mark Webber. Più staccati invece tutti gli altri, a partire dalla Lotus di Romain Grosjean, che ha chiuso con un gap di quasi mezzo secondo, precedendo la Mercedes di Lewis Hamilton e la Ferrari di Fernando Alonso. Dopo i problemi al cambio di questa mattina, dunque, lo spagnolo è riuscito a scalare la classifica ed ha messo insieme la bellezza di 39 passaggi. Questo però non gli è bastato per contenere il distacco dalle RB9: Vettel, infatti, lo precede di ben sette decimi. Solo sesto Nico Rosberg, che con il passaggio alle gomme soft non è riuscito a migliorarsi tanto quanto gli altri. Attenzione però a non sottovalutare il tedesco della Mercedes, che con quelle a mescola media era riuscito a portarsi sugli stessi tempi dei due battistrada. Seguono poi Felipe Massa ed un Kimi Raikkonen che continua a faticare a trovare confidenza con la sua Lotus, tallonati dalle due McLaren di Sergio Perez e Jenson Button. Da segnalare poi che per il secondo weekend consecutivo Pastor Maldonado è incappato in un problema particolare, visto che la sua Williams ha perso il dado di una gomma. Il venezuelano comunque è stato bravo a riportarla almeno fino all'ingresso della pitlane prima di parcheggiare. Dopo aver saltato la sessione mattutina a causa di un forte attacco influenzale (al suo posto ha girato il collaudatore James Calado), Paul di Resta ha fatto il suo ritorno al volante della Force India, quindi dovrebbe essere in grado di continuare regolarmente il weekend. Lo scozzese ha chiuso 15esimo, più lento di un paio di decimi rispetto al compagno di box Adrian Sutil. FORMULA 1, Buddh, 25/10/2013 Seconda sessione di prove libere 1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 1'25"722 - 35 giri 2. Mark Webber - Red Bull-Renault - 1'26"011 - 38 3. Romain Grosjean - Lotus-Renault - 1'26"220 - 36 4. Lewis Hamilton - Mercedes - 1'26"399 - 36 5. Fernando Alonso - Ferrari - 1'26"430 - 39 6. Nico Rosberg - Mercedes - 1'26"582 - 40 7. Felipe Massa - Ferrari - 1'26"601 - 41 8. Kimi Raikkonen - Lotus-Renault - 1'26"632 - 32 9. Sergio Perez - McLaren-Mercedes - 1'26"857 - 40 10. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1'26"972 - 39 11. Daniel Ricciardo - Toro Rosso-Ferrari - 1'27"304 - 17 12. Adrian Sutil - Force India-Mercedes - 1'27"375 - 36 13. Valtteri Bottas - Williams-Renault - 1'27"429 - 31 14. Nico Hulkenberg - Sauber-Ferrari - 1'27"491 - 40 15. Paul di Resta - Force India-Mercedes - 1'27"608 - 38 16. Pastor Maldonado - Williams-Renault - 1'27"720 - 23 17. Esteban Gutierrez - Sauber-Ferrari - 1'27"949 - 34 18. Jean-Eric Vergne - Toro Rosso-Ferrari - 1'28"431 - 30 19. Giedo van der Garde - Caterham-Renault - 1'28"692 - 39 20. Jules Bianchi - Marussia-Cosworth - 1'28"799 - 32 21. Charles Pic - Caterham-Renault - 1'29"366 - 37 22. Max Chilton - Marussia-Cosworth - 1'30"164 - 27

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie