Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
80 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
101 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
115 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
129 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
157 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
164 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
178 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
213 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
220 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
234 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
248 giorni

In manette l'ex boss del team Andrea Moda Formula

condividi
commenti
In manette l'ex boss del team Andrea Moda Formula
Di:
29 mag 2015, 10:49

Finito in bancarotta Andrea Sassetti, imprenditore di Civitanova Marche che tentò l'avventura in F1 nel 1992

Andrea Sassetti, imprenditore marchigiano di 55 anni, è finito in manette dopo esser stato condannato per bancarotta e dovrà scontare una condanna pari a sei mesi di reclusione agli arresti domiciliari.

Se questo nome non vi dice nulla, qualcosa potrebbe farvi tornare in mente il nome dell'ex team Andrea Moda Formula. Sassetti fu infatti colui che tentò l'avventura in Formula 1 negli anni 90 con il nome del suo calzaturificio, acquistando licenza e telaio delle monoposto da Enzo Coloni. 

La storia del piccolo team marchigiano durò il classico battito di ciglia, con i sfortunati Alex Caffi, Roberto Moreno, Enrico Bertaggia e Perry McCarthy ben presto rimasti a piedi. Nel 1992, unico anno in cui la scuderia riuscì a gareggiare, molte furono le eliminazioni nelle pre Qualifiche e proprio Andrea Sassetti venne arrestato nel Paddock con l'accusa di frode finanziaria e false fatturazioni.

Articolo successivo
Mallya vuole riconfermare i suoi piloti per il 2016

Articolo precedente

Mallya vuole riconfermare i suoi piloti per il 2016

Articolo successivo

FIA alla ricerca di un nuovo team per il 2016

FIA alla ricerca di un nuovo team per il 2016
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli