In arrivo sanzioni meno aspre per "unsafe release"

I piloti si lamentano di pagare troppo per una cosa su cui non hanno controllo e la FIA li vuole assecondare

In arrivo sanzioni meno aspre per

Le squadre ed i piloti di Formula 1 stanno spingendo per fare in modo che la FIA renda meno aspre le sanzioni in caso di "unsafe release". Dopo che un cameramen lo scorso anno è stato colpito da una ruota persa in pitlane dalla Red Bull di Mark Webber, infatti, la Federazione Internazionale ha reso molto più pesanti i suoi provvedimenti.

Dall'inizio di quest'anno, dunque, sono state applicate delle sanzioni di dieci posizioni in griglia per l'evento successiva, cui va sommato anche uno stop & go nel caso in cui il fatto avvenga in gara (alla Toro Rosso è capitato anche in prova con Jean-Eric Vergne).

In particolari sono i piloti a ritenere di essere penalizzati eccessivamente per un tipo di infrazione su cui non hanno alcun tipo di controllo. Dopo diverse discussione, la FIA ora sembra concordare con loro, ma per apportare modifiche a questo punto del regolamento sportivo ci vorrà l'unanimità da parte delle squadre.

Tuttavia, la cosa non sembra affatto un problema al momento, quindi lo scenario più probabile è che ci possano essere novità in questo senso a partire dal Gp del Belgio, dopo la pausa estiva. Nel mezzo ci potrebbero essere sia la votazione delle squadre, che quella del Consiglio Mondiale, che probabilmente avverrà via fax.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie