F1: il GP di San Paolo può slittare di una settimana?

Il governatore di San Paolo ha detto che il Gran Premio di Formula 1 di quest'anno potrebbe essere posticipato di una settimana, confermando anche la Sprint Qualifying ed aggiungendo che c'è una possibilità di avere la massima capienza di pubblico ad Interlagos.

F1: il GP di San Paolo può slittare di una settimana?

Il calendario 2021 della Formula 1 potrebbe avere dei nuovi cambiamenti. Nella giornata di ieri, il governatore di San Paolo, Joao Doria, ed il sindaco, Ricardo Nunes, hanno indetto una conferenza stampa per annunciare che il Gran Premio di San Paolo, previsto per il 7 novembre, potrebbe slittare di una settimana ed essere disputato il 14 dello stesso mese.

Un cambio di date che sarebbe parte di un piano mirato ad avvicinare l'evento alla festa della Repubblica, che si celebrerà il 15 novembre, aumentando quindi il potenziale impatto economico per la città. Una decisione definitiva a riguardo però non sarà presa prima del 26 agosto.

La gara, che da quest'anno ha il nome di "GP di San Paolo" e non più "GP del Brasile", si disputerà ancora una volta ad Interlagos, dopo che l'evento dell'anno scorso era stato annullato a causa della pandemia di COVID-19.

I biglietti sono già in vendita e l'organizzazione lavora alla possibilità di ottenere il 100% delle capacità delle tribune per gli spettatori vaccinati. Un nuovo pacchetto di 20.000 biglietti dovrebbe essere infatti disponibile a partire dal 27 agosto.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche Alan Adler, promoter dell'evento, ed il segretario al turismo dello stato di San Paolo, Vinicius Lummertz.

Quando gli è stato domandato da Motorsport.com di questo possibile slittamento, Adler ha detto: "Direi 50-50. E' un rompicapo, ma lavoreremo per questo. E posso dire che non c'è alcuna possibilità di cancellazione del GP di San Paolo, che è confermato".

"La cancellazione può diventare una possibilità solo se ci fosse una situazione catastrofica", ha ribadito Doria. "Ho parlato con il CEO della Formula 1 (Stefano Domenicali). Dovrebbe succedere qualcosa di inaspettato in tutti i sensi. Siamo molto tranquilli riguardo alla realizzazione dell'evento. Dobbiamo solo confermare la data, che per ora è il 7 novembre".

Come parte di una guerra politica interna al Brasile, Doria ha parlato anche del presidente Jair Bolsonaro: "E' invitato a venire, dato che è vaccinato e può indossare una mascherina. Ha detto che il GP del Brasile lascerà San Paolo e andrà a Rio De Janeiro, dando una possibilità del 99,9%? Sarà nostro ospite se vuole venire".

condividi
commenti
Horner: "I rivali puntano il dito perché stiamo facendo bene"
Articolo precedente

Horner: "I rivali puntano il dito perché stiamo facendo bene"

Articolo successivo

Leclerc: "La crescita della Ferrari non è del tutto una sorpresa"

Leclerc: "La crescita della Ferrari non è del tutto una sorpresa"
Carica i commenti