F1: il GP di Baku è confermato, ma sarà a porte chiuse

Gli organizzatori del GP dell’Azerbaijan hanno annunciato l'impossibilità di poter ospitare il pubblico a giugno invitando tutti all'evento del prossimo anno.

F1: il GP di Baku è confermato, ma sarà a porte chiuse

Dopo la cancellazione dell’evento dello scorso anno a causa della pandemia da COVID-19, gli organizzatori del GP di Baku speravano di poter tornare ad ospitare i fan nel 2021 grazie anche al nuovo slot che vedrà il tracciato cittadino accogliere le monoposto di Formula 1 dal 4 al 6 giugno.

Tuttavia, in un comunicato rilasciato nella giornata odierna, gli organizzatori hanno annunciato che il gran premio si disputerà ma a porte chiuse.

“Questa decisione è stata presa alla luce delle preoccupazioni per la salute e la sicurezza dovute alla pandemia ed è stata concordata dopo numerose discussioni tra BCC, il governo della Repubblica dell’Azebraijan, la F1 e la FIA” si legge nel comunicato.

“Mentre la situazione globale e la risposta alla pandemia continuano a migliorare, è apparso chiaro che il Gran Premio dell’Azerbaijan di Formula 1 si sarebbe disputato troppo presto per poter ospitare i tifosi in circuito”.

Gli organizzatori della gara di Baku sono i primi ad annunciare l’assenza dei fan in pista in questo 2021, mentre la Formula 1 spera di poter andare controcorrente ed in Bahrain saranno aperti i cancelli per gli spettatori vaccinati o guariti dal virus.

Chi aveva acquistato un biglietto per assistere alla gara del 2020 aveva la possibilità di utilizzare lo stesso tagliando per l’evento del 2021 ed adesso potrà usufruire della medesima possibilità anche per il 2022 senza costi aggiuntivi.

“Siamo, naturalmente, entusiasti di dare il bentornato alla F1 a Baku dopo un periodo così difficile, ma ci mancheranno profondamente i nostri fantastici fan che hanno giocato un ruolo vitale nel rendere questo weekend di gara un'occasione così speciale anno dopo anno”, ha dichiarato il direttore esecutivo del Baku City Circuit, Arif Rahimov.

“Il nostro messaggio è tanto semplice quanto sentito: ci mancate e ci rivedremo!”.

"La nostra priorità principale quest'anno continuerà ad essere la salute e la sicurezza di tutti coloro che lavorano e partecipano all'evento, pur continuando a fornire uno spettacolo impressionante che il mondo potrà assaporare guardando da casa”.

“Ci aspettiamo ancora una volta che non manchino il dramma, le alte velocità e l'eccitazione quando la F1 arriverà nuovamente a Baku per la quinta volta quest'estate. Quindi godetevi il Gran Premio dell'Azerbaigian di F1 del 2021 e ci rivedremo tutti di persona nel 2022!".

condividi
commenti
Ufficiale: Portimao è la terza gara della stagione 2021 di F1
Articolo precedente

Ufficiale: Portimao è la terza gara della stagione 2021 di F1

Articolo successivo

Caso livrea Haas: la WADA indaga, ma il team può aver ragione

Caso livrea Haas: la WADA indaga, ma il team può aver ragione
Carica i commenti