Formula 1
G
GP del Portogallo
02 mag
Gara in
55 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
59 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
98 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
108 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
115 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
129 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
143 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
171 giorni
02 set
Prossimo evento tra
178 giorni
09 set
Prossimo evento tra
185 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
199 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
206 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
213 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
227 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
234 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
270 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
279 giorni

F1: il GP del Portogallo entra nel calendario 2021!

La F1 ha inserito nel calendario 2021 il GP del Portogallo, che si terrà il 2 maggio a Portimao. I team saranno informati nelle prossime ore di questa modifica.

F1: il GP del Portogallo entra nel calendario 2021!

Gran Premio del Portogallo 2021: semaforo verde. Motorsport.com può rivelare la F1 ha dato il nulla osta all'entrata nel calendario 2021 dell'evento che nel 2020 ha portato Portimao a fare il proprio esordio nel Circus iridato.

I team sono stati avvisati di questo cambiamento nella giornata di giovedì. Dopo alcune settimane di incertezza sulla composizione delle gare d'apertura del calendario 2021, la difficile situazione legata alla pandemia da COVID-19 aveva ampliato i dubbi sull'effettiva presenza del GP del Portogallo.

Dopo i colloqui tra i vertici della F1 e gli organizzatori della gara avvenuti negli ultimi giorni, entrambe le parti hanno trovato un accordo e hanno convenuto che l'evento possa regolarmente tenersi nel corso di questa stagione.

Fonti di Motorsport.com hanno rivelato che la F1 si è impegnata a inserire il Gran Premio del Portogallo nello slot attualmente "TBC", to be confirmed, programmato per il 2 maggio.

La decisione sul Portogallo significa che sarà il Bahrain a ospitare l'avvio della stagione il 28 marzo, con Imola che ospiterà il secondo round della stagione previsto il 18 aprile. Resta inteso che i team saranno formalmente informate dei piani legati al calendario in una riunione della F1 Commission che si terrà giovedì, dunque domani.

Il Gran Premio del Portogallo, però, non sarà esente da problemi per i team, soprattutto a causa delle nuove restrizioni introdotte nel corso degli ultimi giorni nel Regno Unito. Il Portogallo è attualmente sulla "lista rossa" del Regno Unito, ovvero chiunque torna dai paesi della lista è costretto a una quarantena in hotel lunga 10 giorni.

Nessuno potrà essere esente dalla lista rossa, nemmeno per gli sport d'elite. Questo significa che il personale dei team di F1 con sede nel Regno Unito non sarà in grado di tornare a casa dal Portogallo prima del Gran Premio di Spagna previsto per il 9 maggio.

La fatto che le due gare siano back-to-back ha reso ovvio che il personale non rientrasse nel Regno Unito. Questo, però, significa comunque che dopo il GP di Spagna chi risiede nel Regno Unito non potrà rientrare immediatamente a casa.

Qualora il GP del Portogallo non si fosse potuto tenere, la F1 aveva pensato a un piano B, ossia disputare due gare in Bahrain. I discorsi tra la F1 e i promotori della gara, però, non sono mai entrati nel vivo, perché Portimao è sempre stata la priorità.

La F1 Commission, che si riunirà giovedì, non finalizzerà solo il calendario 2021, ma discuterà e voterà una serie di argomenti importanti per lo sport. Tra questi le potenziali gare sprint in alcuni eventi del 2021 e la prosecuzione del freezing dei motori per il 2022.

condividi
commenti
Congelamento motori: la F1 discute due possibili vie

Articolo precedente

Congelamento motori: la F1 discute due possibili vie

Articolo successivo

Aston Martin copia Mercedes con i coni più in basso!

Aston Martin copia Mercedes con i coni più in basso!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Jonathan Noble