F1: i dati finanziari migliorano dopo un 2020 disastroso

La Formula 1 ha diffuso dei dati finanziari molto migliorati per il primo trimestre del 2021, che riflettono la continua ripresa dell'organizzazione dopo che la pandemia del COVID-19 ha spazzato via le sue entrate all'inizio della scorsa stagione.

F1: i dati finanziari migliorano dopo un 2020 disastroso

Le entrate primarie sono passate dai soli 17 milioni di dollari da gennaio a marzo del 2020 a 159 milioni di dollari per lo stesso periodo di quest'anno, mentre le entrate totali sono aumentate da 39 a 180 milioni di dollari.

Nel frattempo, una perdita operativa di 137 milioni di dollari per il primo trimestre dello scorso anno è stata trasformata in una perdita di 33 milioni di dollari per quest'anno.

I numeri riflettono il fatto che nei primi tre mesi del 2020 non si è tenuta nessuna gara, a seguito della cancellazione all'ultimo minuto del GP d'Australia, mentre quest'anno il trimestre ha visto l'apertura della stagione in Bahrain e le entrate associate.

Le squadre hanno anche ricevuto congiuntamente 44 milioni di dollari per il primo trimestre di quest'anno, mentre non c'erano sono stati pagamenti nel 2020.

Inoltre, va considerato che la F1 ha riclassificato alcuni dei suoi flussi di reddito, con alcuni elementi che si spostano da 'altri' a 'primario' nelle voci relative alle entrate.

In sostanza, quest'ultimo comprende le tasse di organizzazione delle gare, le sponsorizzazioni e ciò che la F1 ora chiama diritti media, e che in precedenza era conosciuto come reddito relativo al broadcasting.

Nello spiegare i cambiamenti, Liberty Media ha detto: "Durante i tre mesi conclusi il 31 marzo 2021, la F1 ha iniziato a riclassificare alcune componenti precedentemente riportate in altre entrate della F1 in entrate primarie per allinearsi meglio con il modo in cui attualmente valuta il business".

"Le componenti più significative che sono state riclassificate nelle entrate primarie della F1 includono i compensi per gli abbonamenti alla F1 TV, i proventi per le licenze dei diritti commerciali per le gare di Formula 2 e Formula 3, i proventi per la creazione e il supporto ai programmi televisivi, i proventi per i diritti di trasmissione delle gare di Formula 2 e Formula 3 ed i proventi per i diritti pubblicitari sulle piattaforme digitali della Formula 1".

"A seguito della riclassificazione, le altre entrate della F1 sono composte principalmente da entrate legate ai trasporti ed alle hospitality".

Nello spiegare l'aumento delle sue entrate del 2021, la F1 ha anche rivelato un pagamento una tantum che si ritiene sia legato alla cancellazione del GP del Vietnam.

Liberty ha osservato che: "Le entrate primarie della F1 sono aumentate nel primo trimestre con la crescita della promozione delle gare, dei diritti media e delle commissioni di sponsorizzazione".

"Ciò è dovuto principalmente al riconoscimento delle entrate specifiche delle gare e della stagione, con una gara disputata nel primo trimestre del 2021 rispetto a nessuna gara nel periodo dell'anno precedente".

"Inoltre, le entrate di promozione delle corse nel primo trimestre del 2021 hanno incluso i proventi di un accordo una tantum relativo alla cancellazione di una gara originariamente programmata per debuttare nel 2020. I diritti media hanno anche beneficiato della crescita delle entrate degli abbonamenti alla F1 TV".

condividi
commenti
McLaren: funziona il nuovo pacchetto aerodinamico!
Articolo precedente

McLaren: funziona il nuovo pacchetto aerodinamico!

Articolo successivo

F1, Barcellona, Libere 2: dietro alle Mercedes c'è la Ferrari!

F1, Barcellona, Libere 2: dietro alle Mercedes c'è la Ferrari!
Carica i commenti