F1 | I cordoli del Qatar spaventano tutti i team

Nella giornata del venerdì numerose vetture hanno riportato danni a seguito del passaggio a velocità elevate sui cordoli del tracciato di Losail. I team principal hanno già avvisato i propri piloti di essere più cauti.

F1 | I cordoli del Qatar spaventano tutti i team

Nel corso della prima giornata di prove libere molte monoposto hanno dovuto fare i conti con i cordoli del tracciato del Qatar. Numerosi, infatti, sono stati i danni riportati su varie componenti delle auto e ad avere la peggio è stato Nikita Mazepin.

Il russo è stato costretto a saltare le FP2 dopo che addirittura il telaio della sua Haas è stato danneggiato.

Gunther Steiner ha preso le difese del suo pilota affermando come il Mazepin non abbia sfruttato la pista anche oltre i limiti del tracciato.

“Se avessimo riscontrato un problema soltanto al fondo non sarebbe stato nulla di grave, perché si può sostituire e puoi tornare daccapo in pista. Il problema, però, ha riguardato il telaio e questo richiede una giornata di lavoro”.

Leggi anche:

“Nikita è passato sui cordoli, ma mai oltre i limiti del tracciato, ed ha colpito col fondo. Abbiamo parlato con Masi, ma ha detto che questi sono i normali cordoli standard della FIA”.

Chi ha dato una spiegazione più approfondita circa i numerosi danni visti nella giornata di ieri è stato Andreas Seidl.

Nikita Mazepin, Haas VF-21

Nikita Mazepin, Haas VF-21

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

“Questo è un tracciato molto veloce e quando colpisci un cordolo lo colpisci in maniera dura. Inoltre è un tracciato che spinge i piloti a prendere dei rischi perché se vai fuori pista non resti insabbiato”.

“Credo che questo fattore sia una causa ulteriore per i danni che si sono visti ieri”.

Anche in casa Aston Martin i meccanici sono stati costretti agli straordinari per riparare i danni riportati sulle vetture.

“La pista piace sia ai piloti che agli ingegneri, tranne che per alcuni cordoli che sembrano danneggiare le auto quando vengono colpiti a velocità eccessive” ha dichiarato Otmar Szafnauer.

“Dobbiamo fare attenzione nel gestire correttamente i nostri pezzi di ricambio. Abbiamo riscontrato danni all’ala anteriore ed al fondo e non siamo stati gli unici ad avere questo tipo di problemi”.

“Purtroppo i piloti pensano soltanto ad andare il più veloce possibile e per questa ragione passano in modo aggressivo sui cordoli”.

Oltre alle componenti in carbonio sparse per il tracciato, la Aston Martin nella giornata di ieri ha accusato anche un problema meccanico sulla monoposto di Lance Stroll probabilmente ricollegato proprio ad un passaggio troppo aggressivo sui cordoli.

“Un piccolo pezzo idraulico si è rotto ed ha provocato una perdita. Non siamo sicuri della causa che ha provocato il guasto, ma potrebbe essere dovuta ad un passaggio sui cordoli. Ad ogni modo la riparazione non ha chiesto molto tempo, ma è necessario che i piloti facciano attenzione a dove mettono le ruote”.

condividi
commenti
F1 Tecnica | Ecco perché si rompe il DRS della Red Bull
Articolo precedente

F1 Tecnica | Ecco perché si rompe il DRS della Red Bull

Articolo successivo

F1 | Losail, Libere 3: Mercedes domina, Red Bull soffre

F1 | Losail, Libere 3: Mercedes domina, Red Bull soffre
Carica i commenti