Hungaroring, Libere 1: Hamilton nel derby Mercedes

Hungaroring, Libere 1: Hamilton nel derby Mercedes

Solo le W05 Hybrid scendono sotto all'1'26" con la pista sporca. Terza e quarta le Ferrari, indietro le Wiliams

Come ormai praticamente tradizione, il weekend del Gp di Ungheria si è aperto con la pista piuttosto sporca, che ha reso la vita abbastanza complicata a tutti i piloti, che hanno manifestato una certa difficoltà a mandare in temperatura gli pneumatici, anche se per ora sono state utilizzati solamente quelli a mescola media, che sono i più duri portati all'Hungaroring.

Neanche a dirlo, a mettere tutti in fila sono state ancora una volta le due Mercedes W05 Hybrid, con Lewis Hamilton e Nico Rosberg che sono stati sicuramente tra i piloti più attivi di questa prima sessione di prove libere, oltre ad essere gli unici due ad aver infranto la barriera dell'1'26". A spuntarla nel derby interno alla squadra di Brackley alla fine è stato il britannico con un crono di 1'25"814, con cui ha distanziato di poco più di un decimo la vettura gemella.

A sorpresa, alle spalle dei due principali contendenti al titolo ci sono le due Ferrari di Kimi Raikkonen e Fernando Alonso, con il finlandese che è stato più veloce di circa quattro decimi rispetto allo spagnolo, pagandone sei dalla vetta della classifica. Resta comunque il dubbio che le due F14 T abbiano lavorato con poco carburante, come già visto nei venerdì degli ultimi appuntamenti.

La top five si completa poi con la Red Bull di Sebastian Vettel: il quattro volte campione del mondo, entrato al centro delle voci di mercato, si è visto rifilare ben 1"4 e si è lamentato anche di una RB10 che non era capace di generare grip. Una musica che praticamente abbiamo sentito per la prima volta da diversi anni a questa parte.

Dietro di lui, con un tempo molto simile, troviamo la McLaren di Kevin Magnussen, mentre è interessante anche l'ottavo tempo messo a referto dalla Toro Rosso di Jean-Eric Vergne, che si è tolto la soddisfazione di mettersi dietro la Red Bull di Daniel Ricciardo. Per ora invece deludono le due Williams, con Felipe Massa che ha chiuso decimo e Valtteri Bottas addirittura 15esimo. Prestazioni sicuramente non in linea con quanto visto nelle ultime tre gare.

Con le condizioni dell'asfalto non ottimali, si sono viste anche diverse escursioni fuori pista. Le due più degne di nota sono state sicuramente quelle di Marcus Ericsson ed Adrian Sutil, finiti in testacoda rispettivamente alla curva 12 ed alla curva 2. Problemi al cambio, infine, per Max Chilton, che ha accusato anche un piccolo principio d'incendio nei primi minuti. I meccanici della Marussia però sono stati velocissimi nella riparazione, perché lo hanno rimandato in pista prima della fine del turno.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen , Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie