Horner sull'appello: "Sono emerse nuove prove"

Il team principal della Red Bull sembra fiducioso di poter riottenere il secondo posto di Ricciardo in Australia

Horner sull'appello:
Lunedì prossimo alla Corte Internazionale d'Appello della FIA si discuterà del ricorso presentato dalla Red Bull contro la squalifica di Daniel Ricciardo dal Gp d'Australia. Il pilota australiano si era classificato secondo a Melbourne, ma è stato escluso perchè sulla sua RB10 sarebbe stato riscontrato un consumo superiore ai 100 kg/h consentiti dal regolamento. La squadra di Milton Keynes però contesta questa evenienza, sostenendo che in realtà è stato il flussometro utilizzato per le rilevazioni dalla FIA ad aver offerto dei valori sballati, ma che in realtà il consumo del suo V6 turbo Renault è stato assolutamente in linea con quanto richiesto. Oggi, pur senza dare particolari anticipazioni, il team principal Christian Horner ha rivelato che la Red Bull dispone di nuove prove importanti, che aumentano la fiducia riguardo alla possibilità di recuperare i 18 punti strappati a Ricciardo nella gara di casa. "Tutti i punti sono vitali. Ogni punto è vitale e per questo crediamo di aver impostato una difesa molto solida. Con il passare delle gare, i problemi dei sensori sono diventati evidenti e sono venute alla luce nuove prove. Per questo speriamo di vederci riassegnare il secondo posto che Daniel si era meritato a Melbourne" ha detto Horner.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Ultime notizie