Horner: "Abbiamo iniziato meglio dello scorso anno"

Per il team principal della Red Bull Racing i tempi della Ferarri non sono affatto eloquenti

Horner:

Alla Red Bull Racing tessono la tela di Penelope: da una parte elogiano la Renault per lo sforzo che la Casa francese sta facendo per far progredire la sua power unit e dall’altra commissionano a Mario Illien il motore evoluzione che dovrà fare il suo debutto al Gp di Spagna, spendendo quei gettoni che i francesi si sarebbero tenuti nel taschino per la stagione…

La RB11 non ha entusiasmato nei test di Jerez accusando frequenti problemi di affidabilità (e non solo), per cui a brillare di più nel micro-mondo Renault è stata la Scuderia Toro Rosso più veloce sulla pista andalusa della monoposto di Milton Keynes e, soprattutto, capace di fare più chilometri della deludente “cugina”. Christian Horner, team principal della Red Bull Racing, non si cruccia…
“Non sarei così negativo, perché la sessione di Jerez è stata molto più positiva rispetto a quella dello scorso anno. Non nego che abbiamo avuto dei problemi, ma non erano di natura così grave come nel 2014, quando c’erano stati dei surriscaldamenti e la power unit andava a fuoco”.

Eravate spesso fermi…
“Ci sono stati dei guai e sappiamo già come risolverli. La RB11 è un’evoluzione della RB10 dal momento che le novità principali riguardano la power unit. Alla Renault hanno lavorato duramente, ma ci sono ancora diversi aspetti da mettere a punto”.

La Ferrari sembra in crescita, considerato che la Mercedes resta imprendibile…
“E’ molto difficile interpretare i tempi: basta ricordare che Kimi Raikkonen era stato il più veloce il primo giorno dello scorso anno, ma poi nel corso della stagione non è che gli sia andata altrettanto bene. Non ha senso fossilizzarsi sulla classifica dei tempi. Abbiamo badato a fare il nostro lavoro senza pensare agli altri“.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo , Daniil Kvyat
Articolo di tipo Ultime notizie