F1 | Hamilton vince, ma c'è un punto a favore di Verstappen

Lewis con il successo di Losail ha ridotto il distacco da Max a otto punti, perché il giro veloce cercato dalla Red Bull vale un punticino che potrebbe diventare strategico. Se l'epta-campione si aggiudicherà anche la gara in Arabia Saudita con l'olandese secondo, i due sfidanti saranno alla pari ad Abu Dhabi. Ma Verstappen avendo più vittorie si potrà permettere uno "zero a zero" che varrebbe un mondiale...

F1 | Hamilton vince, ma c'è un punto a favore di Verstappen

Lewis Hamilton vince, Max Verstappen sorride. Il ventesimo capitolo di una stagione ad alto tasso di adrenalina ha confermato le impressioni emerse in modo chiaro al termine delle qualifiche di ieri, ovvero che a Losail la Mercedes nelle mani di Hamilton aveva una marcia in più.

La settima vittoria stagionale di Lewis è stata una fuga solitaria iniziata in partenza e facilitata dalla penalità di cinque posizioni inflitta a Max Verstappen due ore prima del via. L’unico rischio che poteva correre oggi Hamilton era sui trecento metri che separano la linea di partenza dalla prima curva, ma scattare con al fianco di Pierre Gasly al posto della Red Bull numero 33 ha tolto un po' di ansia al campione del mondo.

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Una volta al comando per Lewis è iniziato un lungo confronto a distanza con Verstappen, capace in cinque giri di riportarsi dalla settima posizione occupata al via alle spalle del suo avversario diretto. I due mattatori del mondiale in questo finale di stagione sembrano correre ancor più in una categoria tutta loro, come confermano i numeri: al giro 15 Fernando Alonso, brillante terzo, era già a trenta secondi da Hamilton e a 23 da Verstappen.

Per la vittoria non c’è stata storia, ma il confronto tra Lewis e Max è proseguito in tutta la seconda perte della corsa su un fronte apparentemente secondario ma che in realtà ai fini della classifica generale è di fatto cruciale: il punto del giro più veloce.

L’ha spuntata Verstappen, e questo ha cambiato un po' le prospettive del weekend Red Bull. Max esce dal Qatar con otto punti di vantaggio su Lewis, ed anche se a Jeddah Hamilton riuscirà a far sua sia la vittoria che il giro più veloce, con la seconda posizione Verstappen arriverebbe ad Abu Dhabi per il gran finale a pari punti con il suo avversario (350,5) ma di fatto in vantaggio grazie ad un maggior numero di successi.

Questo sarebbe un bonus non indifferente, che gli garantirebbe il titolo in caso di un eventuale ‘zero a zero’, scenario non da escludere. Toto Wolff ha definito il punto perso “un po' fastidioso”, capendo l’importanza che potrebbe avere.

Max Verstappen fa scintille con la Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen fa scintille con la Red Bull Racing RB16B

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull lascia Losail con ottimismo

Christian Horner ha vissuto un fine settimana molto teso, concluso con una tirata d’orecchie arrivata dal collegio dei Commissari sportivi, che lo ha convocato per aver rilasciato dichiarazioni poco eleganti nei confronti del commissario di percorso ‘colpevole’ di aver sventolato ieri la bandiera gialla al termine delle qualifiche. Calata la tensione, il team principal della Red Bull ha messo a fuoco la situazione ed è tornato il sorriso.

Verstappen tra due settimane a Jeddah avrà un primo match-point (se arriverà secondo con Lewis fuori dai punti o primo con Hamilton non nelle prime cinque posizioni) e soprattutto ha la certezza in ogni caso di arrivare a giocarsela nel weekend di Abu Dhabi. In più i sei punti strappati dalla Red Bull alla Mercedes in Qatar (grazie anche al quarto posto in rimonta di Perez e alla battuta d’arresto di Bottas) hanno ridotto a cinque lunghezze il gap nella classifica Costruttori.

Hamilton è però reduce da due successi perentori, a Jeddah tornerà il motore ‘5’ utilizzato in Brasile, e soprattutto sembra essere in una grande condizione, come sottolineato da Wolff: “Sabato a Interlagos hanno stuzzicato il Leone, e ha confermato quanto sia brutale e capace di muoversi sempre a sangue freddo. Questo è il migliore Lewis, lo abbiamo visto in passato ed è ancora qui”.

Red Bull però non si sente in inferiorità, come ha sottolineato Horner: “Questo weekend c'è stato un solo punto del circuito in cui loro (Mercedes) si sono confermata più veloci: la curva 6, due decimi ogni giro, e pensare che è una curva piuttosto semplice. Quindi abbiamo un po' di compiti a casa da fare per capire perché abbiamo perso tempo proprio in quel punto. Ma siamo tornati competitivi sul fronte della velocità in rettilineo, ed è un’ottima notizia in vista delle prossime due gare”.

Pretattica? Questa stagione ha insegnato che è meglio non escludere nulla. Mercedes si sente favorita sul layout di Jeddah (“tiremo fuori l’artiglieria”, ha commentato Wolff in merito), ma in questa partita a scacchi la Red Bull sembra avere l’atteggiamento di chi ha già previsto tutto.

“Alla fine chi vincerà potrà dire di averlo fatto con merito – ha concluso Wolff – se non saremo noi ci costerà una o due notti insonni, fastidioso sì, ma possiamo sopportarlo, non è la fine del mondo. Anche se non saremo noi a vincere torneremo forti, statene certi”.

condividi
commenti
Fotogallery F1 | Le emozioni notturne al GP del Qatar
Articolo precedente

Fotogallery F1 | Le emozioni notturne al GP del Qatar

Articolo successivo

F1 | Alonso: tornare sul podio dopo un'attesa di 109 GP!

F1 | Alonso: tornare sul podio dopo un'attesa di 109 GP!
Carica i commenti