Hamilton: "Sapevo che sarebbero arrivati aggiornamenti"

L'inglese è convinto che la Mercedes sia impegnata a estrarre il massimo potenziale dalla W12 dopo che gli avversari hanno fatto un importante salto di qualità. Lewis aspetta le novità tecniche annunciate da James Allison: si tratta di aggiornamenti che sono stati lanciati prima che fosse deciso lo stop dello sviluppo della freccia nera.

Hamilton: "Sapevo che sarebbero arrivati aggiornamenti"

La questione si sta facendo stucchevole, ma evidentemente questo è l’argomento che tiene banco. Lewis Hamilton conferma che la Mercedes ha pianificato degli aggiornamenti della W12 nei prossimi GP, nonostante la decisione del team di Brackley di interrompere gli sviluppi.

Potrebbe sembrare una contraddizione di termini, ma in realtà non è così: Toto Wolff dopo la sconfitta di domenica scorsa nel GP della Stiria ha detto molto chiaramente che la Stella non ha alcuna intenzione di modificare i piani previsti, visto che lo staff tecnico è già impegnato a tempo pieno sulla monoposto 2022.

Ma questo non esclude che alcuni aggiornamenti arriveranno sulla freccia nera prima della sosta estiva: ad ammetterlo è stato James Allison, il fresco CTO che ha appena lasciato il ruolo di direttore tecnico a Mike Elliot:

"Porteremo un numero ragionevole di novità che renderanno la nostra macchina più veloce nelle prossime gare, e speriamo che si dimostrino sufficienti", ha ammesso Allison.

Hamilton ha preso la palla al balzo per sottolineare che la Mercedes "…ha bisogno di un aggiornamento di qualche tipo" dopo aver trovato "impossibile" tenere il passo della Red Bull di Max Verstappen.

L’olandese ha portato il suo vantaggio su Hamilton a 18 punti nel mondiale piloti, mentre la Red Bull ha centrato la vittoria nelle ultime quattro gare.

Il boss della Mercedes F1 Toto Wolff ha rivelato dopo la gara che lo sviluppo si era fermato sulla vettura del 2021 per spingere le risorse al 2022, ma il capo tecnico James Allison ha chiarito che non significava che gli aggiornamenti già in cantiere dovessero ancora arrivare per l'auto.

"Abbiamo un numero ragionevole di cose che renderanno la nostra macchina più veloce nelle prossime gare, e speriamo che si dimostrino sufficienti", ha detto Allison.

"Beh, posso dire che sapevo che dovremmo avere degli aggiornamento in arrivo – ha proseguito Hamilton – la squadra sta lavorando a pieno regime e stiamo capendo sempre di più come far funzionare questa vettura, segno che c’è ancora della prestazione da estrarre, per cui ho tutta la fiducia nella squadra perché si faccia un buon lavoro”.

Lewis è consapevole dell’attuale superiorità Red Bull, ma vuole guardare avanti con ottimismo…
"Hanno fatto ovviamente un ottimo lavoro in queste ultime gare. Per noi è stata una gara molto difficile Monaco che è stata un disastro e poi è stato lo stesso a Baku, ma è andata meglio in Francia. Tuttavia nello scorso weekend hanno fatto un passo avanti rispetto a noi. Stiamo lavorando duramente per colmare il divario. Non siamo arrivati nemmeno a metà stagione e, quindi, mi sento in corsa per questo titolo”.

condividi
commenti
Alonso: "La FIA pensi agli incidenti, non ai burnout"
Articolo precedente

Alonso: "La FIA pensi agli incidenti, non ai burnout"

Articolo successivo

Gasly: “Sorpreso dal lasciar correre l’incidente con Leclerc”

Gasly: “Sorpreso dal lasciar correre l’incidente con Leclerc”
Carica i commenti