Hamilton: quale ruolo avrà in Mercedes dopo il ritiro?

Il sette volte campione del mondo è stato a Brackley per preparare la difficile trasferta di Jeddah al simulatore: Lewis non ama questo strumento, ma è consapevole di quanto sia impotrtante per conoscere le piste della F1 dpve non si è mai corso. Il pilota inglese è concentratissimo nella caccia al mondiale 2022, ma comincia anche a pensare a quale potrebbe essere il suo ruolo all'interno della squadra campione che non vuole lasciare.

Hamilton: quale ruolo avrà in Mercedes dopo il ritiro?

Lewis Hamilton è totalmente concentrato all’inseguimento dell’ottavo titolo mondiale di F1: l’epta-campione ieri era a Brackley per completare la preparazione della trasferta in Arabia Saudita che si disputerà fra poco più di una settimana sul circuito ricavato sul lungomare di Jeddah.

Sappiamo che il pilota britannico non ama il simulatore, ma è perfettamente consapevole di quanto importante sia questo strumento di simulazione quando si devono scoprire tracciati dove la Formula 1 non ha mai corso.

Lewis, quindi, di buon grado si è messo a disposizione della squadra non solo per acquisire il lay out di una pista che ha le protezioni vicino al manto asfaltato come un cittadino e le velocità di un circuito velocissimo, sia per cercare la messa a punto di base della W12 che sarà deliberata con il minimo carico aerodinamico. Le indicazioni emerse sono positive anche perché sulla W12 numero 44 verrà nuovamente montato il super-motore che tanto aveva impressionato a Interlagos nel GP del Brasile.

Hamilton, però, guarda anche al suo futuro non solo di pilota: l’inglese ha siglato un contratto biennale che lo porterà a correre al fianco di George Russell l’anno prossimo, per cui non è certo la prospettiva a breve termine che lo preoccupa, quanto il da farsi quando appenderà il casco al chiodo.

Il britannico ha avviato insieme alla Mercedes una serie di iniziative sociali che sono supportate dalla sua Fondazione "Mission 44": Lewis ha finanziato con una donazione di 20 milioni di sterline i progetti che sono stati creati con la “Stella” per aiutare le minoranze nel mondo.

Ma il legame dell’epta-campione con la Mercedes è profondo (Lewis sta concludendo il nono campionato con la squadra di Brackley e arriverà alla decade l’anno prossimo) e conta di meritarsi in futuro un ruolo all’interno del team: ha cominciato a parlarne con i vertici Mercedes e sarebbe interessante capire quale potrebbe essere il suo coinvolgimento futuro in un sistema che gli ha regato soddisfazioni immense.

Lewis non sembra attratto solo da un ruolo da testimonial, ma sembra spinto dalla volontà di assumere una funzione attiva in un sistema nel quale si sente perfettamente integrato. Cosa dobbiamo aspettarci da lui?

condividi
commenti
F1 | Shwartzman ai rookie test di Abu Dhabi con Haas
Articolo precedente

F1 | Shwartzman ai rookie test di Abu Dhabi con Haas

Articolo successivo

Mercedes: Bottas con noie di pescaggio, ma non cambierà motore

Mercedes: Bottas con noie di pescaggio, ma non cambierà motore
Carica i commenti