Hamilton: la firma del rinnovo entro la fine dell'anno

Toto Wolff ha avuto l'incarico di chiudere la questione sul rinnovo del pilota sette volte campione del mondo che ha il contratto in scadenza a fine mese. Si parla di un rinnovo biennale e non si spiegano gli ulteriori ritardi dopo una trattativa che si è protratta per mesi con continui rinvii. La squadra di Brackley ha definito i futuri assetti per cui non dovrebbero esserci altri ostacoli alla firma. Lewis, intanto, ha strappato una One in regalo.

Hamilton: la firma del rinnovo entro la fine dell'anno

Toto Wolff ha firmato, ora manca il rinnovo di Lewis Hamilton. Il manager austriaco avrebbe dato tempo all’epta campione del mondo di siglare l’accordo prima della ripresa della stagione 2021 che inizierà con i test invernali a Barcellona il 1 marzo, ma la Mercedes vuole sapere quale sarà il futuro del suo pilota, ricordando la sorpresa che gli aveva fatto Nico Rosberg alla fine del 2016 quando annunciò il ritiro dalle corse dove aver colto il suo primo e unico titolo iridato.

La Casa della Stella si ritrovò con un campione ritirato e non fu facile gestire la sua uscita tutt’altro che programmata, complicando al marchio tedesco anche la comunicazione di un mondiale dominato.

Il contratto di Lewis scade a fine anno e non si capisce perché Hamilton voglia allungare i tempi del nuovo accordo. Specie ora che la squadra di Brackley sembra aver trovato un nuovo assetto con la tripartizione delle quote alla pari fra Daimler AG, INEOS e Toto Wolff.

I dubbi che le frecce nere possano lasciare all’improvviso il mondo dei Gran Premi paiono fugati, per cui il pilota britannico dovrebbe sciogliere i suoi nodi sul futuro, guardando con serenità e fiducia al proseguimento di una collaborazione che è iniziata nel 2013.

Toto Wolff ha avuto il mandato di chiudere la questione entro la fine dell’anno, per evitare che Lewis possa trovarsi al di fuori di una vigenza del contratto che fa decadere ogni vincolo.

Ovviamente c’è tutta la volontà di definire una situazione di stallo che si sta procrastinando da mesi con continui rinvii: Hamilton, nel rinnovo contrattuale avrebbe ottenuto una One in regalo, mentre inizialmente avrebbe dovuto comprare l’Hypercar con motore di F1 a un prezzo molto vantaggioso.

Oltre a essere bravo con il volante in mano, il britannico sa difendere molto bene i propri interessi, anche se il campione del mondo è consapevole di non poter tirare la corda, perché George Russell ha dimostrato di avere il talento per condurre una W11 in modo competitivo.

Nei giorni scorsi un tweet del team di Brackley aveva lasciato intendere che ci sarebbero state novità a breve sul prolungamento di Lewis: si parla di due stagioni, un anno più un’opzione sul 2022. E dalle parole bisogna passare ai fatti…

condividi
commenti
Ecco perché Vettel sarà un valore aggiunto per Aston Martin
Articolo precedente

Ecco perché Vettel sarà un valore aggiunto per Aston Martin

Articolo successivo

Steiner: "Mick Schumacher ha una grande etica del lavoro"

Steiner: "Mick Schumacher ha una grande etica del lavoro"
Carica i commenti