F1, Hamilton: "Incredibile non aver mai corso per la Ferrari"

Lewis Hamilton e la Ferrari, due strade parallele destinate a incontrarsi solo in pista, ma da nemici sportivi. Il britannico si è detto sorpreso di non essere mai diventato pilota del Cavallino Rampante.

F1, Hamilton: "Incredibile non aver mai corso per la Ferrari"

Sin da quando ha debuttato in Formula 1, al Gran Premio d'Australia 2007, Lewis Hamilton è stato il nemico sportivo per eccellenza della Ferrari. Quell'anno sfiorò il Mondiale, che, in maniera rocambolesca, finì nelle mani di Kimi Raikkonen proprio all'ultimo respiro.

L'anno successivo fu Hamilton a prendersi la rivincita, vincendo all'ultima curva il primo dei 7 iridi collezionati sino al 2020, beffando Felipe Massa, allora alfiere di punta del Cavallino Rampante dopo il calo di rendimento di Kimi Raikkonen.

Questi sono stati solo i primi 2 esempi del duello Hamilton-Ferrari andato in scena negli ultimi 14 anni. Perché poi la situazione si è riproposta negli ultimi anni, con il britannico ad avere sempre la meglio nei confronti dei piloti della Rossa nel dominio Mercedes che dura ormai dal 2014.

Le due strade, quelle di Hamilton e della Ferrari, sono state sempre parallele mentre, per altri versi, hanno spesso trovato un punto di collisione. Ma mai si sono unite per cercare di ottenere per se stessi i titoli. La Ferrari è sempre stata vista come un sogno, il punto d'arrivo per ogni pilota. Soprattutto quelli più forti.

Senza scomodare i pareri personali, stando solo ai numeri, è chiaro come Hamilton debba necessariamente essere preso in considerazione tra i più grandi di tutti i tempi. Eppure Lewis non ha mai avuto l'opportunità di indossare la tuta rossa e calarsi nell'abitacolo di una Ferrari di Formula 1. Perché? Nemmeno lo stesso Hamilton ha saputo darsi una spiegazione.

"Per tanti anni, quando sono venuto a Monza, camminando accanto ai tifosi, oi quali mi dicevano: 'Vieni in Ferrari'. Questo mi faceva davvero piacere, ma è stato abbastanza incredibile che non abbia mai guidato per la Ferrari in così tanti anni di carriera in F1", ha dichiarato Lewis a Sky Sport Italia.

"La Ferrari è un sogno per chiunque, un traguardo da raggiungere. Non è mai stato davvero possibile e non saprò mai del tutto perché. Auguro a loro il meglio e nel mio prossimo futuro continuerò a impedirgli di vincere il mondiale", ha dichiarato ridendo dopo questa affermazione.

"Ho visto le foto dei loro piloti e il rosso è sempre il rosso. A casa ho un paio di Ferrari, posso guidare quelle ma non la Ferrari di F1", ha concluso Lewis.

condividi
commenti
Mercedes: ecco i numeri che devono preoccupare Hamilton
Articolo precedente

Mercedes: ecco i numeri che devono preoccupare Hamilton

Articolo successivo

Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo

Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo
Carica i commenti